Strisce blu a pagamento anche a pranzo: "Un salasso per chi lavora in centro"

Confesercenti Palermo si unisce al coro di "no" all'abolizione della sosta gratuita al momento in vigore dalle 14 alle 16. Il presidente Costa: "Penalizza le attività commerciali che restano aperte in quella fascia oraria"

Confesercenti Palermo si unisce al coro di "no" all'abolizione della sosta gratuita a pranzo sulle strisce blu: "Quanto deciso dal Comune - dice il presidente Francesca Costa - penalizza le attività commerciali che restano aperte nella fascia oraria tra le 14 e le 16, compresi ristoranti e trattorie, in cui in molti si recano approfittando del parcheggio gratuita". 

Strisce blu, si pagheranno anche dalle 14 alle 16

Secondo Confesercenti si tratta - tra l'altro - degli esercenti già danneggiati dalla Ztl. "- conclude Costa - Per questo è un provvedimento che non serve alla città: anche i lavoratori che abitano nelle zone interessate e a pranzo tornano a casa, dovranno così pagare due euro in più al giorno. Sarà un vero salasso sopratutto per coloro che lavorano in centro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

Torna su
PalermoToday è in caricamento