Il depistaggio sulla strage di via D'Amelio, chiesta l'archiviazione per 4 poliziotti

Per la Procura non c'è che prova che Giuseppe Antonio Di Ganci, Giampiero Valenti, Domenico Militello e Piero Guttadauro abbiano sviato le indagini. Della stessa accusa rispondono tre funzionari di polizia, che sono però già stati rinviati a giudizio

Strage di via D'Amelio

La Procura di Caltanissetta ha chiesto l'archiviazione dell'inchiesta sul depistaggio delle indagini sulla strage di via D' Amelio costata la vita al giudice Paolo Borsellino e agli agenti della scorta, avviata a carico di quattro poliziotti che indagarono sugli attentati del '92. Alla sbarra Giuseppe Antonio Di Ganci, Giampiero Valenti, Domenico Militello e Piero Guttadauro. Sarà il gip a dovere decidere.

I poliziotti erano accusati di concorso in calunnia: avrebbero costruito ad arte a tavolino una finta verità sulla fase esecutiva della strage imbeccando falsi pentiti come Vincenzo Scarantino e costringendoli ad accusare persone, poi rivelatesi innocenti. Della stessa accusa rispondono i funzionari di polizia Mario Bo, Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo, per cui però la Procura ha chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli spostamenti della turista bergamasca: "Ha girato per Palermo, indagini su dove è stata"

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus a Palermo, i contagiati tra i turisti bergamaschi salgono a tre

  • Coronavirus, Musumeci: "Sospensione lezioni nelle scuole di Palermo e provincia"

  • Incidente in autostrada a Tommaso Natale, morto un automobilista

Torna su
PalermoToday è in caricamento