Strage di Ustica, confermata la condanna per i ministeri della Difesa e dei Trasporti

La prima sezione civile della Corte di Appello ha respinto i ricorsi dei dicasteri. Dovranno risarcire, con 12 milioni complessivi, alcuni familiari delle 81 vittime del disastro del Dc-9 Itavia precipitato il 27 giugno 1980

Confermata della Corte d'Appello di Palermo la condanna a carico dei ministeri della Difesa e dei Trasporti per la strage di Ustica del 27 giugno 1980. Dovranno risarcire, con 12 milioni complessivi, 31 familiari delle 81 vittime del disastro del Dc-9 Itavia precipitato mentre da Bologna andava a Palermo. 

Secondo la Corte rimane accertata la responsabilità dei due dicasteri per non avere garantito la sicurezza del volo. l collegio dei giudici di appello, presieduto da Antonio Novara, ha dichiarato inammissibile il ricorso dei legali dei ministeri alla sentenza di primo grado del 2016 e ha poi dichiarato la prescrizione per il danno derivante dalle sofferenze inflitte ai familiari delle vittime dai tanti anni di depistaggio delle indagini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

  • Auchan, ruba 63 barattoli di pesto di pistacchio: arrestato

  • Travolto e ucciso in bici il pm che fece condannare Totò Riina e lottò contro i corleonesi

Torna su
PalermoToday è in caricamento