Marciapiedi del "salotto buono" nel degrado, la denuncia di Palermo Indignata

Gli attivisti del gruppo nato sui social segnalano, a fronte delle reiterate richieste inviate alle istituzioni, la mancanza di interventi. Bruno: "Fattore che influisce sulla vivibilità della città. Bisogna attendere un incidente? Noi non ci arrendiamo"

Marciapiedi dissestati in via Duca della Verdura

Strade e marciapiedi del “salotto buono” della città nel degrado. I cittadini segnalano, ma le istituzioni che fanno? Gli attivisti di “Palermo Indignata”, gruppo nato sui social network, denunciano i mancati interventi da parte di Rap e Comune in via Duca della Verdura (foto in basso), via Marchese di Villabianca, piazza Campolo, via Libertà e via Goethe. Ma la lista potrebbe continuare a lungo: “Mi chiedo se sia sempre necessario - dichiara Alessandro Bruno - che si verifichi qualcosa di non auspicabile perché le istituzioni intervengano. Spero proprio di no”.

Nella lettera di denuncia gli attivisti indicano alcuni dei fattori che influenzano la vibilità di una città, come il livello di gestione del bene pubblico, delle strade, della viabilità, dei marciapiedi, la gestione della raccolta rifiuti. “Mi piacerebbe poter credere al fatto - continua Bruno - che siano necessari anni per poter sistemare i marciapiedi di moltissime vie della nostra città, le cui condizioni mettono a rischio i cittadini per banali incidenti che possono portare a gravi conseguenze, specialmente per chi non è giovane. Mi piacerebbe poter giustificare l’assenza di interventi seri e strutturali, specialmente per non notare - continua - come diventino sempre più spesse le mura invisibili di una città che presenta delle differenze abissali tra diverse parti del tessuto urbano stesso”.

Da circa un anno e mezzo i gruppi Palermo Indignata, Palermo Civile, Autocivitas e altre associazioni civiche e un gruppo nutrito di residenti hanno segnalato e reiterato richieste urgenti di manutenzione di marciapiedi e strade agli uffici di competenza. “Bene, dopo un anno e mezzo - si legge nella nota -  l’unico intervento è stato un approssimato deposito di bitume sparso qua e là sopra alcune di quelle buche, senza alcuna recinzione, senza alcuna cura. E il risultato è sotto gli occhi di tutti. Come cittadino palermitano sono contento del riconoscimento da parte dell’Unesco, ma non si può rimanere in silenzio quando le condizioni di vivibilità che si riscontrano ogni giorno sono alquanto critiche. Noi non ci arrendiamo!”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA REPLICA - "Il dipartimento manutenzione informa - si  legge in una nota inviata da Rap - che le vie Duca della Verdura e Marchese di Villabianca sono inserite nella Programmazione Lavori 2015 del Settore Manutenzione Ordinaria Superfici Pedonali (per 400 mq circa ciascuna): interventi estesi saranno, quindi, compiuti entro l'anno corrente. Rap, nelle more del ripristino definitivo, invierà nondimeno una squadra di Pronto Intervento al fine di eliminare eventuali situazioni di pericolo. Per quanto concerne piazza Campolo e le vie Libertà e Goethe si informa che le stesse non sono contemplate nella Programmazione corrente. Sarà nostra cura valutare, dopo sopralluoghi dei nostri tecnici, di concerto con l'amministrazione comunale, se inserire le suddette vie nella prossima programmazione". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

Torna su
PalermoToday è in caricamento