Sposo colpito in pieno volto dal drone, il matrimonio finisce in ospedale

I medici del Civico hanno dovuto chiudere le ferite di un 37enne causate dal velivolo utilizzato dal fotografo. Le raffiche di vento di ieri hanno trasformato il drone in una scheggia impazzita

Un drone (foto archivio)

Aveva chiesto di utilizzare "gli ultimi ritrovati della tecnologia" per filmare il giorno che avrebbe voluto ricordare per tutta la vita. E in qualche modo è riuscito nel suo intento. Uno neosposo di 37 anni, che ha celebrato ieri il suo matrimonio, ha concluso la sua giornata al reparto di Chirurgia dell’ospedale Civico. Subito dopo la messa era stato colpito in pieno volto da un drone, utilizzato per immortalare l’evento da tutte le prospettive possibile e trasformatosi in una scheggia impazzita a causa delle improvvise raffiche. I medici, spiegano dalla struttura sanitaria, gli hanno dovuto chiudere le ferite senza utilizzare i classici punti di sutura per evitare di lasciargli vistose cicatrici.

Il fotografo si era affidato al piccolo velivolo radiocomandato, non calcolando forse i problemi causati dalle forti folate di vento che gli hanno fatto perdere il controllo del drone con tanto di videocamera collegata. Poi la corsa in ospedale con il volto pieno di sangue. Gli invitati, ancora in fibrillazione per la coppia, hanno passato qualche ora nel reparto di Chirurgia, dove l’uomo era stato trasferito dopo le prime cure prestate dai medici del pronto soccorso. I presenti non hanno potuto fare a meno di notare l’insolita folla al quarto piano dell’ospedale, tra donne coi tacchi alti e uomini in giacca e cravatta, che si sono ritrovati a raccontare ai presenti l’incredibile giornata e il suo epilogo. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • "complimenti" al fotografo che ha usato il drone con il vento: lo sa mio figlio di 10 anni che è meglio evitarne il volo con il meteo non favorevole. Mi dispiace per la coppia, ma dovevano scegliere un professionista anziché un ignorante incompetente...

    • Su un assembramenti di per persone è vietato il sorvolo, ci sono strettissime regole di sicurezza. Anche il vento è un fattore discriminante, se ce n'è troppo l'operatore può si volare, ma se è un tantino dotato di buon senso ed etica non vola perché sa che potrebbe perdere ben presto il controllo.

    • Arrivò, mister "so tutto io" hai letto 3 righe sul telefonino e ti metti a sputare sentenze. Ma ci pensi ai guai che sono successi quel giorno mentre ti metti a fare il critico?

    • ma dipende dalla qualità del drone e ovviamente anche dall'esperienza del pilota. Il vento all'aperto c'è quasi sempre.

      • Qualità del drone si, ma con un eccessivo vento un pilota dotato di buon senso sa bene che va incontro a rischi molto grossi, quindi può anche rifiutarsi di volare. La maggior parte dei "piloti" abusivi non capisce nulla di fisica, metereologia, aerodinamica, procedure di emergenza e volta così allo sbaraglio per poche centinaia di euro. Chissà se questo signore che ha affettato la faccia allo sposo era in regola. Io credo di no, perché se lo fosse stato avrebbe capito che quella giornata era pessima per voltare. Di solito si firmano dei contratti apposta per gestire le situazioni di volo difficile, come in presenza di tempeste solari (eh si, l'elettromagnetismo manda a quel paese i sensori dei droni, facendoli impazzire, ma questo non lo sanno gli abusivi), imprevisti dovuti al vento, etc etc. Chissà di chi è la colpa... del cliente che ha scelto di risparmiare magari (o magari non si è informato circa la situazione) oppure del fornitore del servizio, fotografo o operatore abusivo di drone che sia, che non l'ha avvisato dei rischi etc etc.

        • mai sentito parlare di folate di vento improvvise? In quanto tali... quale tipo di esperienza può portarti ad evitarle?

  • A Palermo molti guidano senza patente, figuriamoci se i "fotografi" hanno il brevetto rilasciato dall'ENAC!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Un anno e un milione di euro per fare rinascere lo Stadio delle Palme: al via i lavori

  • Cronaca

    Litiga per un posteggio e riceve un pugno in faccia: 53enne in coma

  • Cronaca

    Giardinello, trovata un'auto con un cadavere carbonizzato

  • Cronaca

    Imbrattato il murales di Falcone e Borsellino alla Cala, spunta la scritta "Gay" con la vernice

I più letti della settimana

  • Aggredita mentre corre in Favorita: "Voleva trascinarmi tra i cespugli e violentarmi"

  • Morto il boss Salvatore Profeta, per lui alla Guadagna si fermava perfino la Madonna

  • "Da Palermo a Ragusa in 20 minuti": treno superveloce, il primo progetto è in Sicilia

  • "Minchia" diventa luminaria in via Alloro, è polemica: "Quanto è stata pagata?"

  • Ruba Jeep al Villaggio, viene inseguito dai carabinieri e si lancia dall'auto in corsa: preso

  • Tragedia ad Acqua dei Corsari, tocca i fili elettrici e muore folgorato in casa

Torna su
PalermoToday è in caricamento