Sostegno per l'inclusione attiva a Ficarazzi, dal Comune arrivano sussidi e iniziative

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si chiama "Sostegno per l'Inclusione attiva" il sussidio messo a disposizione per le famiglie che versano in condizioni economiche di forte disagio, promosso dal Distretto Socio Sanitario 39 e a cui il comune di Ficarazzi presta la propria adesione. In particolare, si tratta di una misura di contrasto alla povertà, in attuazione dell'art. 1 comma 387 della Legge numero 208 del 28 dicembre 2015, che prevede l'erogazione di un beneficio economico alle famiglie in condizioni di disagio che risiedono presso il comune di Ficarazzi e in cui almeno un componente sia minorenne oppure disabile o nelle quali ci sia una donna in stato di gravidanza.

Il nucleo familiare richiedente dovrà possedere un Isee inferiore ai 3 mila euro; inoltre, secondo quanto stabilito dai servizi sociali del comune, oltre ai requisiti familiari ed economici l'ente si riserva di effettuare valutazioni relative al carico familiare che tengano conto della reale situazione economica e lavorativa, criteri variabili sulla base dei quali il potenziale beneficiario dovrà ottenere un punteggio pari o superiore a 45.

Per godere del beneficio il nucleo familiare del richiedente dovrà aderire ad un progetto, attivato dai servizi sociali del comune di Ficarazzi, attività che coinvolgeranno tutti i componenti della famiglia e che possono riguardare l'ausilio alla ricerca attiva di un lavoro o l'adesione a progetti di formazione al lavoro o ancora la frequenza e l'impegno scolastico, progettualità - spiega l'ufficio comunale dei servizi sociali - scelte sulla base di una valutazione globale delle necessità e dei bisogni del nucleo familiare.

La famiglia beneficiaria in cambio avrà diritto a un beneficio economico, erogato attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta SIA) rilasciata dalle poste e utilizzabile per l'acquisto di beni di prima necessità, per pagare bollette elettriche e del gas e per acquistare prodotti farmaceutici presso farmacie e parafarmacie convenzionate. L'istanza, debitamente compilata e firmata, dovrà pervenire in busta chiusa presso il protocollo, a partire dal 2 settembre 2016.

Per maggiori informazioni il comune rimanda all'avviso pubblico contenente i requisiti, le modalità di accesso e il modulo di domanda, pubblicato all'albo pretorio on line e visionabile sul sito istituzionale dell'ente. Per il primo cittadino di Ficarazzi, Paolo Francesco Martorana, il sussidio rappresenta "una boccata di ossigeno per tutte quelle famiglie che versano in condizioni di particolare difficoltà economica e invita tutti coloro sono in possesso dei requisiti a presentare istanza di partecipazione".

Torna su
PalermoToday è in caricamento