Sorelle Napoli, commissione Antimafia a Mezzojuso: "Audizioni secretate"

Ascoltati il sindaco Giardina, il primo cittadino di Godrano Mastropaolo, il comandante dei carabinieri Saviano e Salvatore Battaglia. Il presidente Claudio Fava: "Sarà nostra cura trasferire alla competente autorità giudiziarie alcune informazioni acquisite"

Le sorelle Napoli

Secretate le audizioni della Commissione regionale Antimafia sulla vicenda delle sorelle Napoli che si è svolta ieri a Mezzojuso. A darne notizia il presidente della Commissione Claudio Fava: "Sarà nostra cura nei prossimi giorni trasferire alla competente autorità giudiziarie alcune informazioni acquisite durante le audizioni odierne che sono state secretate".

Oltre al sindaco, Salvatore Giardina, nei locali del Comune sono stati ascoltati da una delegazione dell’organismo parlamentare anche il comandante della locale stazione dei carabinieri Pietro Saviano, il ragazzo a cui nei giorni scorsi è stata incendiata l’auto Salvatore Battaglia e il sindaco di Godrano Epifanio Mastropaolo.

La Commissione si è recata a Mezzojuso per cercare di approfondire quanto accaduto alle sorelle Napoli che da anni denunciano di subire intimidazioni mafiose. "E' stata una missione - conclude Fava - utile e importante, che ha permesso di raccogliere testimonianze che confermano la complessità della vicenda che merita certamente un'attenzione e una cura particolari". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento