venerdì, 25 aprile 20℃

La Sicilia incontra il Lazio in cucina: successo per lo chef Billeci a Roma

Il cuoco del Tina Pica è stato protagonista di due serate a tema al ristorante romano Il Cybo a Frascati. Ospiti conquistati dagli sfincionelli palermitani e dai gamberoni rossi di Mazara

Piera Zagone27 aprile 2012

Romani conquistati dal gusto e dalla qualità della cucina tradizionale dello chef Gaetano Billeci del ristorante palermitano Tina Pica. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolto il secondo tempo del gemellaggio fra Lazio e Sicilia cominciato proprio in città lo scorso 2 aprile quando Dario Tornatore, chef del ristorante Il Cybo a Frascati è stato ospite del locale palermitano e di Oliver wine house portando in tavola le ricette tipiche della cucina tradizionale romana.

Ai fornelli del Cybo il nuovo cuoco Alessandro Puccio ha ospitato Gaetano Billeci, chef trentenne che ha deliziato i palati romani in due tempi: prima con un aperitivo a base di “sfincionelli alla palermitana”, “moffolette con panelle”, “caponata di pesce spada” per finire con una “nuvola di cassata” e poi con una cena più elaborata e innovativa che partiva comunque da materie prime del territorio e che comprendeva i migliori vini delle cantine Mandrarossa e Planeta.  “Tutte le preparazioni – racconta Beppe Palmigiano, patron insieme a Billeci del Tina Pica – hanno fatto letteralmente impazzire i romani. Quello che probabilmente ha riscosso più successo sono stati gli Impazziti di pasta e fagioli "badda" con gambero rosso di Mazara”. Progetti per il futuro visto il successo? “Assolutamente sì – dice Palmigiano -. Abbiamo ricevuto una proposta e contiamo di ripetere l’esperienza del gemellaggio con Viareggio il prossimo autunno”.

 

Annuncio promozionale

 

Beppe Palmigiano
eno-gastronomia

Commenti