Scarpe, cinte e dvd: ambulanti nel mirino a Balestrate, scatta maxi-sequestro

La polizia è ritornata in via Madonna del Ponte, per un'operazione contro la contraffazione. Alla vista degli agenti è scattato il fuggi fuggi: per evitare l'identificazione e la multa, i venditori abusivi hanno preferito abbandonare la merce sul posto

Il materiale sequestrato dalla polizia

Venditori ambulanti nel mirino a Balestrate. A distanza di cinque giorni dall’ultimo blitz, la polizia è ritornata in via Madonna del Ponte, per un'operazione contro la contraffazione. Gli agenti sono intervenuti nella strada definita la “passeggiata” dei balestratesi: un blitz tra le bancarelle allestite da cittadini extracomunitari. Alla vista dei poliziotti è scattato il fuggi fuggi degli ambulanti - che per evitare l’identificazione e la multa - hanno preferito abbandonare la merce sul posto.

Gli agenti del commissariato di "Partinico" hanno proceduto al sequestro di una ingente quantità di prodotti contraffatti. Un campionario ricco che spazia tra i più disparati generi (vestiario, musicale, elettronico). Sono stati posti sotto sequestro 332 dischetti per note consolle di videogame, 183 dvd di materiale audiovisivo contraffatto, 27 paia di scarpe, 43 accessori, 54 cinture femminili e maschili, 47 bracciali, 38 borselli, auricolari per telefonini, copri-telefoni e 12 zaini. "I controlli proseguiranno senza sosta - spiega la polizia - per stanare gli abusivi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • Omicidio di Ana Maria, parla l'ex compagno: "Mi ha detto che aspettava un figlio da me"

  • Poliziotti si fingono inquilini e scovano super latitante in casa: arrestato Pietro Luisi

  • Incidente a Partinico, perde il controllo dello scooter e cade: morto 21enne

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

Torna su
PalermoToday è in caricamento