Piazza Sant'Isidoro, sigilli al laboratorio dello "sfincionaro" che rifornisce mezza città

Gli agenti del Caep della polizia municipale hanno chiuso l'attività. Il titolare è risultato sprovvisto di Scia comunale e dia sanitaria. Per lui 6 mila euro di multa

I sigilli apposti dalla polizia municipale all'ingresso dell'attività (foto Francesco Ciulla)

Chiuso lo sfincionaro di piazza Sant’Isidoro alla Guilla, tra il mercato del Capo e la Cattedrale, che riforniva le attività e le bancarella di mezza città. Lo scorso 27 settembre gli agenti del Nucleo di controllo delle attività produttive della polizia municipale hanno eseguito il sequestro amministrativo dell’esercizio commerciale che si trova a pochi passi dalla chiesa di Sant’Agata alla Guilla poiché il titolare è risultato sprovvisto delle necessarie autorizzazioni.

Al termine degli accertamenti i vigili urbani hanno elevato al commerciante una sanzione complessiva da oltre 6 mila euro: 3 mila per mancanza della Scia comunale, la segnalazione certificata di inizio attività da inviare all'Amministrazione, e 3.098 euro per la mancanza della Dia sanitaria, la dichiarazione di inizio attività da inoltrare invece all’azienda sanitaria provinciale.

Dopo aver terminato i controlli la polizia municipale ha apposto i sigilli all’attività che dovrà restare chiusa sino a quando l’esercente non si sarà messo in regola con le autorizzazioni. Nessuna contestazione è stata mossa in relazione alle condizioni igienico-sanitarie riscontrate al momento dell’intervento della polizia municipale, che sarebbe arrivato dopo una segnalazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento