"Carenze igienico sanitarie e cibo non tracciato": sequestrati 35 chili di alimenti e un laboratorio

Due gli interventi della polizia municipale: in via Giordano trovati alimenti conservati male, pareti scrostate e prive, in alcuni punti, delle mattonelle; in via Pacinotti pasta, pollo e aragoste erano senza etichetta. Multa da 2.500 euro alla titolare di quest'ultima attività

Un laboratorio alimentare in via Umberto Giordano e 35 chili di cibo non tracciato, collocati all'interno di un'attività commerciale in via Pacinotti (di cui non è stato reso noto il nome), sono stati sequestrati. E' questo il bilancio dei controlli effettuati dal nucleo anti frode della polizia municipale che ha riscontrato all'interno del laboratorio "gravi carenze igienico sanitarie". 

"Sono stati riscontrati - fanno sapere dal comando di via Dogali - cibi in cattivo stato di conservazione, alcuni dei quali senza etichetta. Nei locali è stata riscontrata, poi, una generale mancanza di pulizia ordinaria, pareti scrostate e mattonelle mancanti dai muri. Infine, gli alimenti conservati all’interno dei frigoriferi sono risultati in promiscuità tale da comprometterne l’integrità e la salubrità. Le guarnizioni di tenuta erano consumate e non garantivano l’impostazione della temperatura". La titolare, F.D. di anni 51, è stata denunciata all’autorità giudiziaria.

Nel secondo intervento, in via Pacinotti, sono stati riscontrati alimenti sfusi senza nessuna indicazione sul fornitore/produttore e sul lotto e senza l'indicazione di eventuali allergenici che potrebbero mettere a rischio la salute dei consumatori. I prodotti, tra pasta fresca, mozzarelle, aragoste, astice, scampi, gamberoni, alette e bocconcini d pollo panato, sono stati sequestrati. Sul versante amministrativo gli agenti hanno inoltre riscontrato un ampliamento del locale: la segnalazione sanitaria obbligatoria per legge non era mai stata effettuata allo sportello unico attività produttive. Elevata una multa, per un importo complessivo di 2.500 euro, alla titolare dell’attività, D.S. di 32 anni.

"I controlli sulla sicurezza alimentare - afferma il comandante Gabriele Marchese - continueranno senza soste e saranno incrementati nel periodo di festività per scongiurare eventuali frodi alimentari, per tutelare sia la salute dei consumatori che gli esercenti in regola che conducono le attività nel rispetto della normativa vigente".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • in via umberto giordano per qualche giorno stranamente è stato chiuso un conosciuto luogo dove fanno rosticceria da asporto ed ha altri punti vendita...proprio di fronte casa mia.....adesso capisco perchè era chiuso

  • Beh, quello di Via Pacinotti... è facile da individuare...

  • perché non comunicano i nomi di questi esercizi commerciali,anche se per quello che hanno scritto,dei prodotti si può arrivare a capire chi sono.comunque resta il fatto che vogliamo sapere i nomi di coloro che ci avvelenano .

  • vogliamo i nomi di queste m...

  • Via pacinotti????????????????

  • controlli a tappeto per la conservazione degli alimenti è impotantissima,come è importante l'igiene ,le multe serviranno??

  • Non capisco. Omettendo i nomi dei locali si tutela il commerciante a discapito della clientela. Poi ci domandiamo cosa mangiamo. Mah!!!

    • inoltre proteggendo il locale in esame e dando solo la via danneggiano involontariamente tutti i locali onesti che sono presenti in quella via stessa ......per sicurezza uno evita tutta la zona

      • E fanno bene!

    • È già scritto.

    • Si tutela il commerciante... truffaldino

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lo Zen si ferma per i funerali di Antonino e Giacomo Lupo: "Per sempre nei nostri cuori"

  • Cronaca

    Marito e moglie posteggiatori in via La Malfa, arriva la polizia: donna nei guai per minacce

  • Video

    Il caso Biondo a Le Iene, il mistero del colpo in testa e dei tweet prima del ritrovamento | VIDEO

  • Cronaca

    Zona viale Strasburgo, il buio non fa più paura: tornano in funzione 80 punti luce

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento