Via Parlavecchio, demoliti chioschi abusivi vicino al cimitero: "Erano cementati al suolo"

Le due strutture contigue erano utilizzate anche come discarica di ingombranti. Ad occuparsi della rimozione la polizia municipale, con il supporto del Coime: "Marciapiede restituito alla libera e sicura fruizione"

I due chioschi sequestrati

Demoliti due chioschi abusivi che occupavano il marciapiede davanti all'ingresso della Scuola di medicina e chirurgia del Policlinico in via Parlavecchio. Le due strutture vicine al cimitero Sant'Orsola erano utilizzate per affissioni abusive e come discarica di ingombranti. Ad occuparsi della rimozione la polizia municipale, con il supporto del Coime: "Marciapiede restituito alla libera e sicura fruizione, l'incolumità dei passanti era a rischio".

"I due manufatti, realizzati abusivamente, erano cementati al suolo e realizzati - spiegano ancora dal Comune - con strutture di metallo per cui il Nucleo controllo attività commerciali su area pubblica ha richiesto l'intervento degli operai per la rimozione, procedendo contemporaneamente al sequestro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'ultimo anno la via è stata sottoposta a controlli stringenti dopo un incendio che ha danneggiato una rivendita di fiori. Da allora i vigili hanno sequestrato numerose rivendite e denunciato i fiorai per occupazione abusiva di suolo pubblico. Dopo i vari interventi gli abusivi si sono rivolti al Comune facendo presente di aver cercato invano un’autorizzazione dal lontano 1978.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Tragedia per una mamma palermitana: bimbo di 10 anni muore incastrato in un cassonetto per indumenti

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • L'incidente di Bonagia, lacrime a "Dallas": morto diciottenne

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento