Via Parlavecchio, demoliti chioschi abusivi vicino al cimitero: "Erano cementati al suolo"

Le due strutture contigue erano utilizzate anche come discarica di ingombranti. Ad occuparsi della rimozione la polizia municipale, con il supporto del Coime: "Marciapiede restituito alla libera e sicura fruizione"

I due chioschi sequestrati

Demoliti due chioschi abusivi che occupavano il marciapiede davanti all'ingresso della Scuola di medicina e chirurgia del Policlinico in via Parlavecchio. Le due strutture vicine al cimitero Sant'Orsola erano utilizzate per affissioni abusive e come discarica di ingombranti. Ad occuparsi della rimozione la polizia municipale, con il supporto del Coime: "Marciapiede restituito alla libera e sicura fruizione, l'incolumità dei passanti era a rischio".

"I due manufatti, realizzati abusivamente, erano cementati al suolo e realizzati - spiegano ancora dal Comune - con strutture di metallo per cui il Nucleo controllo attività commerciali su area pubblica ha richiesto l'intervento degli operai per la rimozione, procedendo contemporaneamente al sequestro".

Nell'ultimo anno la via è stata sottoposta a controlli stringenti dopo un incendio che ha danneggiato una rivendita di fiori. Da allora i vigili hanno sequestrato numerose rivendite e denunciato i fiorai per occupazione abusiva di suolo pubblico. Dopo i vari interventi gli abusivi si sono rivolti al Comune facendo presente di aver cercato invano un’autorizzazione dal lontano 1978.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

Torna su
PalermoToday è in caricamento