"Rompe i sigilli e continua l'attività abusiva": denunciato titolare di un'autocarrozzeria

Dopo aver ricevuto alcune segnalazioni gli agenti del Noa sono tornati sul posto: l'attività, in zona porto, è stata nuovamente sequestrata. Il titolare dovrà rispondere di violazione dei sigilli e inosservanza delle norme ambientali

La cabina forno per la verniciatura e un vano utilizzato come deposito di vernici e solventi erano stati sequestrati dalla polizia municipale. Nonostante questo il titolare di una autocarrozzeria con autolavaggio annesso, in zona porto, ha rotto i sigilli ed ha continuato a portare avanti l'attività di verniciatura in una traversa di via Francesco Crispi. Gli agenti del Noa, il nucleo di protezione ambientale, dopo aver ricevuto alcune segnalazioni sono tornati sul posto e hanno sequestrato ancora una volta l'attività. Il titolare è stato denunciato per violazione dei sigilli e inosservanza delle norme ambientali.

L’attività veniva svolta in un piano cantinato grande circa 700 metri quadrati. Poco meno della metà della superficie era utilizzata per i lavori di autocarrozzeria e verniciatura, mentre la restante parte era occupata da un’autorimessa - per la custodia di veicoli - e da un autolavaggio, da cui le acque reflue venivano convogliate nei tombini della pavimentazione. Il titolare risultava però privo delle necessarie autorizzazioni. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • Omicidio di Ana Maria, parla l'ex compagno: "Mi ha detto che aspettava un figlio da me"

  • Poliziotti si fingono inquilini e scovano super latitante in casa: arrestato Pietro Luisi

  • Incidente a Partinico, perde il controllo dello scooter e cade: morto 21enne

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

Torna su
PalermoToday è in caricamento