Corso Vittorio Emanuele, clochard trovato morto sotto i portici

Si tratta di un pakistano di 87 anni, Ali Crimm, che la scorsa estate aveva lasciato il dormitorio comunale che lo ospitava per tornare nella sua “casa”: la strada

Il giaciglio di Ali Crimm

Accanto al suo giaciglio sono rimasti i pochi oggetti che facevano parte della sua quotidianità, in quella che per sua scelta sarebbe stata per sempre la sua casa. Un clochard pakistano di 87 anni, Ali Crimm, è stato trovato morto oggi pomeriggio sotto i portici dell’istituto nautico.

A segnalare il cadavere è stato qualcuno che passando si è accorto di quella “insolita” presenza pomeridiana. Ali infatti, così come gli altri senzatetto che “vivevano” sul marciapiede, si piazzava qui con il suo sacco a pelo e qualche coperta solo per la notte. Immediata la telefonata al 118, ma i sanitari intervenuti non hanno potuto fare altro che constatare il decesso, apparentemente per cause naturali.

Sul posto anche gli agenti della polizia municipale, l’assessore comunale Giuseppe Mattina e il vicesindaco Fabio Giambrone. Sembrerebbe che quella dell’anziano pakistano fosse una scelta di vita. In occasione del suo ultimo ricovero, prima della scorsa estate, appena possibile ha firmato per essere dimesso e tornare in strada.

A metà luglio il Comune gli aveva offerto un letto al dormitorio Casa di Aldo, in via Messina Marine, ma appena due settimane dopo - ancora una volta - aveva deciso che quella sistemazione non fosse adatta per lui. La sua casa era quello spazio riparato sotto i portici dell’istituto nautico.

Una volta rimosso il cadavere il marciapiedi si è svuotato e resta solo, pronto per la notte, uno dei quattro clochard che vivono qui da tempo. Chi nella zona conosceva Ali, la sua folta chioma brizzolata e la sua barba lunga, ora appare preoccupato per una scelta non ancora confermata ufficialmente dall’Amministrazione: “Sembra che il Comune voglia chiudere questi portici per impedire che vengano a stare qui. Ma dove andranno?”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento