Musumeci: "Da tre mesi aspettiamo la bara di Tusa, forse non arriverà mai"

La parole amare del governatore durante la cerimonia che si è svolta a Palazzo d'Orleans a tre mesi dalla scomparsa - nel disastro aereo in Etiopia - dell'archeologo palermitano di fama internazionale e assessore regionale ai Beni culturali

"E' stato un momento particolare di riflessione, di omaggio a Sebastiano Tusa in una cerimonia che abbiamo voluto semplice, sobria, ma intensamente partecipata. In ciascuno di noi in questo momento domina un sentimento di dolore, di sconforto, di impotenza, di rabbia. Avremmo voluto questa cerimonia davanti a una bara, sulla quale depositare un fiore e per questo abbiamo atteso tre mesi. Una illusione che abbiamo inseguito tutti: i familiari, il Governo regionale, le Istituzioni nazionali, la Farnesina". A parlare così è stato un commosso governatore siciliano, Nello Musumeci, durante la cerimonia che si è svolta ieri pomeriggio a Palazzo d'Orleans a tre mesi dalla scomparsa nel disastro aereo in Etiopia dell'archeologo di fama internazionale e assessore regionale ai Beni culturali, Sebastiano Tusa.

Palermo ricorda Tusa 3 mesi dopo | Video

"Una decisione, quella di fermarci sul terzo mese dalla tragica scomparsa - ha aggiunto - proprio perché non sappiamo se quella bara mai arriverà o se invece dovremo accontentarci di ricordare Sebastiano per la sua nobile esistenza, per le opere che ha prodotto, per l'insegnamento che ha lasciato".

Poco prima nella Cattedrale - gremita - è stata celebrata una messa di suffragio dall'arcivescovo Corrado Lorefice. In chiesa oltre alla moglie di Tusa, Valeria Patrizia Livigni, direttrice del Museo d'arte contemporanea di Palazzo Riso a Palermo, anche il governatore Nello Musumeci, il presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, e il sindaco Leoluca Orlando. La giornata di ricordo prosegue a Palazzo d'Orleans con diversi interventi commemorativi. Per l'occasione, il presidente Musumeci ha disposto che, per tutto il giorno, le bandiere collocate negli uffici centrali e periferici della Regione siano a mezz'asta, in segno di lutto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • "Aiuto, l'hanno rapita": mamma perde di vista bimba di 4 anni, panico in via Libertà

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento