Niente proroga per 519 bidelli, scatta l'allarme: "Scuole senza pulizia"

La nota del deputato regionale di Forza Italia, Vincenzo Figuccia: "Da adesso il personale è in stato di agitazione e moltissimi istituti di periferia e di quartieri a rischio sono senza vigilanza"

Niente proroga per 519 bidelli e scatta l'allarme nelle scuole palermitane. La denuncia arriva da Vincenzo Figuccia, deputato di Forza Italia all’Assemblea regionale siciliana. "A causa di un atteggiamento poco comprensibile del Provveditore dell’Ufficio provinciale scolastico di Palermo - dice - 519 collaboratori scolastici precari non hanno ottenuto la proroga del contratto di lavoro annuale, nonostante un provvedimento ad hoc nel Decreto milleproroghe varato a fine 2016".

Adesso questo personale è in stato di agitazione e "moltissime scuole di periferia e di quartieri a rischio sono senza vigilanza e senza il servizio di pulizia". Figuccia aggiunge: "Chiedo che si faccia chiarezza sulle motivazioni che hanno portato il Provveditore di Palermo a proporre un contratto fino al 30 aprile sulla base del fatto che lo stanziamento nazionale non è pari a quello dello scorso anno. Invece di agire in un’unica direzione a danno dei lavoratori, il Provveditore potrebbe parlare con il Ministero dell’Istruzione per risolvere il problema ed accertarsi della destinazione delle risorse".

Il deputato all'Ars chiude così: "Questi 519 lavoratori meritano la giusta attenzione per le funzioni essenziali svolte negli istituti scolastici di ogni ordine e grado della provincia di Palermo. Auspico una rapida soluzione che consenta loro di sospendere lo stato di agitazione e di tornare regolarmente in servizio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Calcio palermitano in lutto, è morto Carmelo Bongiorno

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento