Stop occupazioni, si torna sui libri: “Ma la protesta continua"

"Liberati" tutti gli istituti che fino a ieri continuavano le occupazioni cominciate due settimane fa. Gli studenti però avvertono: "Le manifestazioni continueranno a oltranza con altre forme"

Occupazioni finite. Si torna fra i banchi di scuola e, quasi per tutti a tempo, pieno. Dopo le ondate di protesta, spesso anche dura, degli studenti che nei giorni scorsi hanno preso possesso delle scuole, gestito le lezioni in maniera alternativa, che sono anche scesi in piazza pacificamente o bloccando le strade per far sentire la loro voce d’opposizione al Governo e alle misure di austerity per fronteggiare la crisi si torna pian piano alla normalità.

Disoccupati tutti gli istituti, primo fra tutti il Regina Margherita che aveva lanciato la protesta, così anche il liceo scientifico Benedetto Croce, visitato anche dal primo cittadino Leoluca Orlando.

“Domani – spiega alla redazione di PalermoToday  Federico Guzzo, rappresentante d’istituto del Regina Margherita e portavoce del gruppo Studenti Medi Palermo – avremo l’assemblea delle scuole palermitane in agitazione. In quella sede decideremo come continuare a far sentire la nostra voce. Anche senza le occupazioni il movimento studentesco sarà presente ed attivo in città ad oltranza partendo dal lavoro dei collettivi nelle scuole”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento