Scuola, commercialisti diventano docenti per il progetto "Ti spiego le tasse”

Coinvolte sedici scuole primarie, tra città e provincia, per un totale di 2017 alunni

I commercialisti diventano docenti e incontrano li alunni delle scuole primarie di Palermo e provincia. E' il progetto "I commercialisti nelle scuole. Ti spiego le tasse", promosso da Aidc Palermo (associazione italiana dottori commercialisti) e Odcec (ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili) con il patrocinio del Comune e dell’ufficio scolastico regionale. L'iniziativa è giunta alla seconda edizione. Verranno coinvolte sedici scuole primarie, per un totale di 103 classi, 2017 alunni e circa 35 commercialisti volontari.

Lo scopo è quello di "far comprendere il concetto di legalità fiscale ai cittadini di domani nella convinzione che il fenomeno dell’evasione si
possa combattere anche, e soprattutto, attraverso un diverso approccio culturale delle giovani generazioni".

Destinatari del progetto sono gli alunni delle classi 4^ e 5^ delle seguenti scuole primarie di Palermo e provincia: IC Sperone Pertini,
IC Falcone, IC Politeama La Masa, ICG Nuccio, IC Giovanni XXII – Piazzi, ICS Montalcini, ICS Giotto Cipolla, ICS Perez – Madre Teresa
di Calcutta, IC Russo-Raciti, Scuola Lambruschini, ICS Sferracavallo, IC Aiello di Bagheria, IC Tisia d’Imera di Termini Imerese, Scuola
Lanza di Carini.

Per il sindaco Leoluca Orlando si tratta di "un progetto che conferma l'importanza della collaborazione fra le istituzioni e i professionisti, per mettere a frutto e sempre più a servizio della città le competenze di questi ultimi e per innescare percorsi virtuosi di crescita culturale e civile. Questo progetto si inserisce perfettamente in un percorso di legalità condotto dall'amministrazione comunale, impegnata sul fronte del contrasto all'evazione, che oltre che sanzionata va prevenuta proprio spiegando ai giovani il perché e il come funziona il mondo del fisco".

L’assessore alla Scuola Barbara Evola sostiene che "occorre partire dai bambini e dalle bambine per costruire una cultura di comunità.
Attraverso il progetto, gli alunni imparano che pagare le tasse in base al proprio reddito è un diritto dovere per tutti così come sancito dalla Costituzione. I tributi servono a garantire i servizi essenziali per tutta la comunità. Scuola, sanità, solidarietà verso le fasce sociali più deboli, costruzione e manutenzione di opere pubbliche sono il risultato di un vero e proprio contratto sociale tra tutti i cittadini del nostro paese affinchè le risorse vengano ridistribuite equamente in base ai bisogni concreti e reali di ognuno di noi".

Soddisfatto per questa seconda edizione, il presidente di Aidc, Antonio Mariolo commenta così il progetto: “L’Aidc è un’associazione sindacale di categoria a livello nazionale che ha tra i propri principi ispiratori la difesa dei principi etici e morali e la diffusione del valore della collaborazione e della solidarietà tra i professionisti e nella società civile. Nell’ambito di tali principi si inquadra il progetto “Ti spiego le Tasse” che vede impegnati, per spirito di volontariato, numerosi colleghi. Ai giovani studenti viene mostrato un cartone nel quale è descritto la tipica giornata di un bambino con l’obiettivo di spiegare come i servizi erogati dallo Stato facciano parte della quotidianità di ognuno di loro e come per il mantenimento di questi servizi essenziali è necessario che ciascuno contribuisca con il pagamento delle tasse. L’esperienza ci ha confermato la particolare sensibilità e l’entusiasmo dei bambini per i concetti proposti, poiché li mettono facilmente in relazione con le piccole esperienze della loro vita quotidiana".

Il presidente dell’ordine dei commercialisti Fabrizio Escheri ha dichiarato “l’Odcec di Palermo ha aderito volentieri all’iniziativa e
con grande entusiasmo si è impegnata a divulgare il progetto sul territorio raccogliendo anche il patrocinio del Comune e dell’Ufficio scolastico regionale della Sicilia che ne hanno riconosciuto e apprezzato la valenza educativa per i nostri ragazzi. I bambini non sono solo i cittadini di domani, ma possono anche essere maestri per gli adulti, facendosi portavoce in famiglia dell’importanza della funzione contributiva nelle società democratiche e portando così il concetto di legalità fiscale al suo massimo di diffusione e condivisione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

Torna su
PalermoToday è in caricamento