Scomparsa Majorana: arriva mini serie per il web e cortometraggio cinematografico

La presentazione nella Sala Bianca del Centro Sperimentale di Cinematografia all'interno degli spazi del Padiglione 4 dei Cantieri Culturali alla Zisa

Il project manager di prodotti audiovisivi e fondatore di Slinkset, Daniele Occhipinti

Una scomparsa avvolta nel mistero e un caso irrisolto che continua ad appassionare anche a distanza di ottantuno anni. Era la primavera del 1938 quando l’Italia perdeva le tracce di uno dei più prodigiosi e noti ragazzi di Via Panisperna: il trentunenne e grande fisico di origini siciliane Ettore Majorana. Una vita breve ma intensa e straordinaria, segnata da indiscusse capacità e intuizioni geniali nel campo della fisica teorica, stroncata da una presunta morte, che oggi apre la strada a un nuovo racconto della storia di questa figura, tanto affascinante quanto enigmatica, al centro del convegno dal titolo: “Ettore Majorana: scienza, cinema e innovazione”. Promosso da Slinkset for Innovation, il convegno si è svolto oggi, presso la Sala Bianca del Centro Sperimentale di Cinematografia negli spazi del Padiglione 4 dei Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo.

All’evento sono intervenuti: il dirigente dell’ufficio speciale per il cinema e l’audiovisivo della Regione Siciliana Alessandro Rais; l’Assessore alle Culture del Comune di Palermo, Adham Darawsha; il direttore del CSC di Palermo Ivan Scinardo; il biografo ufficiale di Ettore Majorana e libero docente presso l’Università di Bergamo, Erasmo Recami; PhD e dirigente di ricerca-sez. INFN di Catania, Angelo Pagano; il nipote del fisico Ettore Majorana, Fabio Majorana; il project manager di prodotti audiovisivi e fondatore di Slinkset, Daniele Occhipinti; e infine Andrea Leanza e Gabriele Ciaccio, rispettivamente prosthetic make-up designer e compositor VFX.

Bambino prodigio, nato a Catania il 5 agosto del 1906 da una prestigiosa famiglia, Ettore Majorana mostrò fin da subito i segni di un talento più unico che raro. In grado di stupire a soli quattro-cinque anni per le sue capacità di svolgere calcoli complicatissimi a mente, conseguì la maturità classica nel 1923 per poi iscriversi alla facoltà di Ingegneria all'Università di Roma e passare nel 1927 agli studi di Fisica. Le sue scoperte più importanti sono ad oggi legate alla fisica nucleare e alla meccanica quantistica relativistica, con particolare riferimento alle applicazioni nella teoria dei neutrini. 

Un grande lavoro di ricerca che lo vide tra i protagonisti di quel gruppo di fisici italiani, più noto a tutti come i Ragazzi di Via Panisperna, interrotto da un’improvvisa e misteriosa scomparsa nel marzo del 1938.  Oggetto di numerose speculazioni e ipotesi, che non escludono il possibile suicidio e l’allontanamento volontario, le ragioni della sua scomparsa restano ancora oggi circondate da un alone di mistero.

Scoperte scientifiche, immagini e testimonianze inedite che proprio di recente hanno aperto la strada a due progetti audiovisivi su Ettore Majorana: la miniserie per il web “La Radio” e il cortometraggio cinematografico “La Particella Fantasma”. Entrambi i progetti sono firmati SLINKSET for Innovation: la neo società di consulenza progettuale e produzione cinematografica che dopo l’evento di presentazione in anteprima mondiale all’area NEXT del Marché du Film di Cannes 2019, ha presentato i due progetti audiovisivi nel corso del convegno palermitano.

“Quella di Majorana - ha dichiarato il fondatore di SLINKSET for Innovation, Daniele Occhipinti -  è una storia incredibile e sotto tanti punti di vista incompresa. Oggi abbiamo voluto rendergli omaggio attraverso questa iniziativa che ha senz’altro contribuito a far luce sulla sua vita, le sue scoperte e la sua misteriosa scomparsa. Un convegno che ci ha anche permesso di presentare alla città di Palermo e alla Sicilia un nuovo racconto di questa grande personalità del mondo scientifico, che ha fatto e che continua a far parlare di sé.  ‘La Radio’ e ‘La Particella Fantasma’ sono non a caso il risultato del nostro impegno verso una storia che merita di essere raccontata e conosciuta”.

Frutto di un nuovo modello di business che punta a innovare i processi produttivi e distributivi del cinema italiano, la mini serie per il web in cinque puntate, scritta e diretta da William Lombardo e Gianni Cannizzo, ha già visto realizzare l’episodio 1. Tra i principali interpreti della serie ci sono: l’attore palermitano Sergio Vespertino (“La mafia uccide solo d’estate”, “Squadra antimafia 3”, “Il segreto dell’acqua”, “Provenzano”, “Il Caravaggio trafugato”, “Il Commissario Montalbano”, “Agrodolce”, “Rosy Abate”, “Rocco Chinnici. È così lieve il tuo bacio sulla fronte”) e l’attrice emergente Miriam Cappa. Le riprese dei nuovi episodi de “La Radio” sono previste nel mese di settembre a Palermo, mentre quelle de “La Particella Fantasma” si svolgeranno ad ottobre 2019.

Potrebbe interessarti

  • Igiene in casa, ogni quanto si devono cambiare (davvero) lenzuola e asciugamani

  • Api, vespe e calabroni non si uccidono ma si allontanano: ecco i rimedi naturali

  • Cactus mania, avere piante grasse in casa non è solo bello ma fa anche (molto) bene

  • Bonus casa a chi ristruttura, detrazioni fiscali per l'acquisto di mobili e condizionatori

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia fra Palermo e New York, 19 arresti: decapitato mandamento di Passo di Rigano

  • Morto noto commerciante palermitano, era lo zio di Eleonora Abbagnato

  • Via D'Amelio, incontro in Questura: arriva Gigi D'Alessio e Fiammetta Borsellino va via

  • San Vito Lo Capo, ragazzo monrealese di 20 anni cade dagli scogli e muore

  • Mafia, blitz tra Palermo e New York: i nomi degli arrestati

  • Medaglie d'Oro, "trasmetteva" Sky (quasi) gratis: nella stanza da letto 57 decoder e 187 mila euro

Torna su
PalermoToday è in caricamento