Sciopero del pubblico impiego, protestano anche i vigili: possibili disagi al traffico

I dipendenti pubblici, dai lavoratori della scuola ai vigili del fuoco, protestano contro la precarietà nel settore e chiedono di essere stabilizzati

Si prospetta un giovedì complicato, con possibili disagi al traffico. La polizia municipale aderisce allo sciopero generale indetto su tutto il territorio nazionale dai dipendenti di tutti i comparti del pubblico impiego, compresi i lavoratori della scuola, dei vigili del fuoco e dei lavoratori precari di qualsiasi tipologia contrattuale indetto per l'intera giornata dall'Usb. I dipendenti pubblici protestano contro la precarietà nel settore e chiedono la definitiva stabilizzazione del Lsu.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"È l’ora della stabilizzazione per tutti, senza distinzioni come pretende invece di fare il decreto Madia - spiega l'Usb - già parzialmente bocciato dalla Corte Costituzionale, in base a tipologia contrattuale o sistema di pagamento, escludendo così larghe fasce di lavoratori. Stabilizzare i precari è fondamentale per riconoscere ai lavoratori il diritto al futuro e assicurare ai cittadini la continuità dei servizi".

Il Comando di polizia municipale garantisce comunque i servizi essenziali.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per sospetta congiuntivite, due giorni dopo 30enne trovato morto in casa

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

  • Sesso a 3 in strada davanti ai vigili: "Così passiamo la quarantena", denunciata giovane palermitana

  • Moggi: "Padre Pio è apparso in sogno a una signora di Palermo e ha fatto una profezia su di me"

  • Coronavirus, in Sicilia 68 nuovi contagiati: i morti superano quota 100

Torna su
PalermoToday è in caricamento