Tecnozinco, 48 lavoratori senza stipendio da gennaio: scatta lo sciopero

Produzione ferma per tre ore nello stabilimento di Carini. I sindacati: "Nonostante la richiesta di chiarimenti e la proclamazione dello stato di agitazione, l'azienda non dà risposte". Chiesto un incontro con Confindustria

I 48 lavoratori della Tecnozinco incrociano le bracie. Questa mattina nello stabilimento nell'area industriale di Carini è scattato uno sciopero di tre ore, dalle 10 alle 13. L'azienda, che opera nel settore della produzione e del trattamento di profilati metallici e manufatti ferrosi, non paga gli stipendio da gennaio. L'assemblea dei lavoratori ha deciso così di fermare le attività.

“Con il mese di marzo, i lavoratori non percepiscono tre mensilità – dichiarano Francesco Foti, Fiom Cgil Palermo, e Giovanni Randazzo, Rsu della Fiom -  e nonostante le rsu abbiamo chiesto chiarimenti e proclamato nei giorni scorsi lo stato di agitazione, l'azienda non dà risposte. E l'assemblea ha indetto per oggi lo sciopero”. La Fiom ha chiesto un incontro con Confindustria per un confronto sulle mancate retribuzioni ai lavoratori e sulla situazione aziendale.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

Torna su
PalermoToday è in caricamento