"Scimmia grassona": palermitano insulta donna su Facebook, condannato

Entrambi avevano la passione per il culturismo. Le offese sono iniziate immediatamente con commenti ma anche messaggi vocali e intimidazioni ("Ti faccio sputare sangue"). Lui si è opposto dicendo che erano solo "critiche costruttive"

Offende una donna su Facebook e viene condannato con una maxi multa. Protagonista della vicenda - raccontata dalla Voce del Trentino - è un palermitano di 37 anni, agente di polizia in servizio in Emilia. L'uomo aveva conosciuto sui social una trentina appassionata di culturismo che condivideva la sua stessa passione.

"Tramite Facebook - si legge - il palermitano ha cominciato ad insultarla scrivendo sotto le sue foto 'Scimmia grassona'. Dagli insulti è poi passato alle minacce e diffamazioni. Non contento l’uomo le ha inviato dei messaggi vocali in cui affermava che le avrebbe fatto sputare sangue e che le avrebbe tolto tutti i soldi in modo da non poter più mantenere sua figlia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna ha denunciato il palermitano. L’uomo si è opposto dicendo che erano solo "critiche costruttive". Alla fine l'agente è stato condannato a sei mesi di reclusione con la condizionale subordinanta al pagamento di 3 mila euro alla donna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento