Stabilimento balneare abusivo e pesce non tracciabile: multe e sequestri a Sant'Erasmo

I controlli sono stati condotti dalla polizia e dalla capitaneria di porto. Tre pescivendoli dovranno pagare 1.500 euro di multa ciascuno. Trovate anche venti imbarcazioni ormeggiate senza autorizzazione. Denunciati i proprietari

Pesce messo in vendita ma senza tracciabilità, uno stabilimento balneare abusivo e imbarcazioni ormeggiate senza autorizzazioni. E' quanto hanno scoperto agenti della polizia e uomini della guardia costiera nel corso di un controllo nella zona di Sant'Erasmo.

Nell'omonima piazza stati individuati tre pescivendoli privi di licenza che "esponevano sulle rispettive bancarelle una considerevole quantità di prodotti ittici, alcuni ancora vivi, per un totale di 62 chili. E' stata contestata la mancata tracciabilità ed etichettatura del pescato con una sanzione per ciascuno di 1.500 euro". Il pesce esposto in vendita è stato confiscato e, previo accertamento dell'Asp, dato in beneficenza. 

Nella spiaggetta poco distante è stato scoperto "uno stabilimento balneare abusivo, con ombrelloni, sedie, tavoli, lettini, celle frigo, barbecue e bancone per la somministrazione di cibo e bevande. Sull’arenile - spiegano dalla questura - era stata inoltre collocata una struttura in ferro a copertura dello spazio destinato alla consumazione dei pasti. I due gestori del lido sono stati denunciati per occupazione abusivo di spazio demaniale ed esercizio abusivo di stabilimento balneare". Con l'aiuto dei sommozzatori della capitaneria, sono stati rinvenuti e recuperati 40 gavitelli utilizzati per l’ancoraggio abusivo di barche nell’antistante spazio acqueo. Qui erano ormeggiate, irregolarmente 20 imbarcazioni. I proprietari sono stati anch’essi denunciati per occupazione di spazio demaniale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • Omicidio di Ana Maria, parla l'ex compagno: "Mi ha detto che aspettava un figlio da me"

  • Poliziotti si fingono inquilini e scovano super latitante in casa: arrestato Pietro Luisi

  • Incidente a Partinico, perde il controllo dello scooter e cade: morto 21enne

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

Torna su
PalermoToday è in caricamento