Macchinari mancanti e guasti, nuovo rinvio per la Carta d'identità elettronica

Slitta la prima emissione del documento in formato digitale: dei 28 apparecchi che lo Stato doveva mandare al Comune, ne sono arrivati solo 17. E alcuni sono pure rotti. La nuova consegna non prima dell'11 ottobre. L'assessore Mattina: "Contiamo di partire il 21 ottobre"

Nuovo rinvio per la carta d'identità elettronica. Ieri doveva essere il "grande giorno", ma la prima emissione del documento in formato digitale non c'è stata.

Il motivo? Dei 28 macchinari che lo Stato doveva mandare al Comune per le fotografie digitali e le scansioni dell’impronta, ne sono arrivati solo 17. Di questi ne sono stati scartati 8, perché in parte guasti e in parte ancora da collaudare da parte del personale incaricato dell’istituto poligrafico dello Stato.

I restanti apparecchi, hanno fatto sapere da Roma, verranno consegnati non prima dell’11 ottobre. Finché non saranno tutti operativi, il Comune non potrà fare partire il nuovo sistema. Insomma, sembra che la sfortuna si sia accanita contro il Comune, che ha scontato già un pesante ritardo rispetto ad altre città d'Italia e della Sicilia a causa delle discrepanze tra l’Anagrafe comunale e l'Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr). Ritardi che si sono sommati ai disagi sorti lo scorso mese durante la formazione del personale, che ha indotto il Comune a chiudere le postazioni decentrate.

"Aspettiamo - dice l'assessore ai Servizi demografici, Giuseppe Mattina - che vengano sostituite le macchine guaste e che arrivino anche quelle mancanti. Contiamo di partire il 21 ottobre". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento