Risponde a un 60enne usando il “tu”, rissa alla cassa di un supermercato

E' successo ieri mattina al Carrefour di via Sampolo. Un quarantenne, dopo aver scavalcato la fila per chiedere il prezzo di un alimento, si sarebbe rivolto in maniera "sgarbata" alla richiesta di spiegazioni

Fila alle casse di un supermercato

Storie di ordinaria follia alla cassa di un supermercato. Ci sarebbe un “tu” di troppo alla base di una rissa avvenuta ieri mattina all’interno del Carrefour di via Sampolo che ha visto protagonisti un uomo di 60 anni circa e un altro di circa 40. Spettatori attoniti una ventina di clienti in fila alle casse oltre ai dipendenti del market.

Tutto ha avuto inizio – secondo quanto racconta uno degli avventori – quando il quarantenne si è avvicinato alla cassa, scavalcano la fila, per chiedere il prezzo di un alimento. Tra gli “scavalcati” c’era anche il sessantenne, che ha chiesto spiegazioni. Alla risposta: “Tu che vuoi? Sto solo chiedendo il prezzo, non voglio scavalcare”, il sessantenne (non curante degli anni di differenza e forte di una buona stazza) è andato su tutte le furie afferrando l’uomo più giovane per il collo. Questi ha reagito e i due sono arrivati allo scontro fisico. Incuranti degli altri clienti, tra cui donne e bambini, che si trovavano alla cassa.

A quel punto sono immediatamente intervenuti i dipendenti del supermercato che hanno separato i due. Ma non è finita qui. Mentre il quarantenne si è calmato, ritornando all’interno dei reparti per continuare a fare la spesa, il sessantenne ha continuato a manifestare la sua ira. E’ uscito fuori, si è tolto la camicia e ha iniziato ad urlare in siciliano: “Tanto i ca a niesciri, io ca sugnu (Tanto di qua devi uscire, io ti aspetto ndr)”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allora, per evitare che si arrivasse nuovamente allo scontro fisico, i dipendenti hanno “distratto” il sessantenne e hanno fatto in modo che l’altro contendente uscisse da un’uscita secondaria senza essere notato. Resosi contro del “trucchetto” però l’uomo, ormai invaso dalla rabbia, è rientrato (sempre a petto nudo) all’interno del supermercato inveendo contro gli impiegati rei a suo avviso di essere stati complici del quarantenne. Solo la minaccia dell’intervento delle forze dell’ordine ha fatto calmare il sessantenne e riportato la calma all'interno del supermercato.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, frenata dei contagi in Sicilia: +91 rispetto a ieri, salgono a 13 i morti

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Un altro caso di Coronavirus fa tremare Comdata, donna positiva: "Ora la situazione è grave"

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, in Sicilia già venti morti: salgono a 846 i contagiati, 125 più di ieri

  • Incidente in via Basile, investito da un automobilista che scappa: morto 57enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento