Rissa a bastonate tra tifosi di Palermo e Venezia, 21 Daspo: "Clienti del bar terrorizzati"

La polizia ha ricostruito i disordini avvenuti lo scorso 10 giugno nella piazza centrale di Terrasini prima della partita dei playoff. Decisive le testimonianze dei testimoni che hanno assistito al fitto lancio di oggetti e agli scontri tra frange ultras

Una rissa tra tifosi con bastoni, fitto lancio di oggetti e cinghiate. A distanza di più di tre mesi la polizia ha ricostruito i tafferugli tra palermitani e veneziani avvenuti lo scorso 10 giugno nella piazza centrale di Terrasini, poco prima della partita valevole per la semifinale di ritorno dei playoff. Sono scattati 21 Daspo nei confronti di altrettanti tifosi palermitani e veneziani. 

Dalla questura raccontano così le fasi concitate di quella maxi rissa: "E' successo tutto quando un ristretto gruppo di supporter veneti ha deciso di fare una sosta vicino a un bar prima di recarsi al Barbera - spiegano dalla polizia -. Come successivamente è stato ricostruito dalle testimonianze dei presenti e dai filmati delle telecamere della zona, un gruppo di tifosi palermitani riconducibili a frange ultras e parzialmente travisato, a quel punto ha assalito i veneziani anche con bastoni e altri oggetti contundenti. La reazione dei lagunari non si è fatta attendere, qualcuno si è sfilato le cinture dai pantaloni per poi brandirle verso i rivali ed è partito un fitto lancio di ogni genere di oggetto, sottratto all’arredo del bar davanti ai clienti terrorizzati, che si sono dati alla fuga".

La rissa non ha provocato gravi conseguenze: le forze dell’ordine sono intervenute tempestivamente per dividere i tifosi, facendo allontanare i palermitani e "respingendo" i veneziani fin dentro un ristorante. Quindi sono partite le indagini della Digos che ha ascoltato i testimoni e visionato le immagini delle telecamere della zona. Così si è arrivati alla identificazione di chi ha avuto una parte attiva negli scontri.

Alla fine il questore di Palermo, su segnalazione del personale della divisione di polizia Anticrimine ha emesso 21 provvedimenti di Daspo (divieto pluriennale di accesso a manifestazioni sportive) nei confronti di 12 palermitani e 9 veneziani. "Alcuni dei destinatari dei divieti - sottolineano dalla questura - già in passato erano stati raggiunti da simili limitazioni e per questa ragione,così come previsto dalla legge, sono stati sottposti a divieti ancor più prolungati nel tempo, fino a otto anni, con obbligo di presentazione negli uffici di polizia".

Questi 21 provvedimenti si aggiungono agli ulteriori 10 emessi recentemente dal Questore nei confronti di supporters palermitani e baresi che si erano resi responsabili di disordini in occasione della partita Palermo-Bari dello scorso aprile. In quella circostanza i facinorosi avevano creato disordini e provocati danni allo stadio e nei pressi dell’ippodromo cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

Torna su
PalermoToday è in caricamento