Capo, rissa in un pub per i posti a sedere finisce a mazzate: intero quartiere in strada

A raccontare a PalermoToday la nottata di follia è una giovane che improvvisamente si sarebbe trovata in mezzo al caos: "Tutto è nato dalla 'disputa' tra due ragazze, poi è successo di tutto. Arrivavano colpi di casco e pugni in faccia a gente che non c’entrava nulla"

Un locale del Capo si trasforma per una sera in un ring, teatro di una mega rissa senza esclusione di colpi. Quello di sabato sera è solo l’ultimo di una lunga scia di episodi di violenza registrati nell’ultimo periodo nel centro della città, dove alcol e movida si mischiano creando a volte una miscela esplosiva. Sette pattuglie fra polizia e carabinieri sono intervenute sul posto, mentre due agenti delle volanti hanno raggiunto due diciassettenni finiti al pronto soccorso dell’Ingrassia: uno aveva mascella e naso rotti (30 giorni di prognosi), l’altro escoriazioni e contusioni ritenute guaribili dai medici in 4 giorni.

A raccontare la nottata di follia è una giovane che improvvisamente si sarebbe trovata in mezzo al caos. “Mi trovavo con i miei amici per festeggiare un compleanno. Tutto è iniziato - spiega a PalermoToday Ludovica (nome di fantasia, ndr), studentessa di 20 anni - per due ragazze che hanno litigato per dei posti a sedere. All’improvviso è scoppiata una rissa ed è sceso un intero quartiere in strada. Anche se non c’entravamo nulla si sono scagliati anche contro di noi. Colpi di mazze di ferro, di legno, di casco, pugni che arrivavano in faccia a gente che non c’entrava nulla. Alcuni avevano anche dei coltelli che hanno usato per minacciare chi osava reagire. Provavamo a scappare ma nulla. Poi siamo riusciti a liberarci e personalmente ho rimediato un occhio nero”.

Per riportare la calma è servito un intervento massiccio delle forze dell’ordine che però, al momento del loro arrivo, non avrebbero trovato nessuno dei protagonisti della rissa. Gli investigatori hanno avviato le indagini, ascoltato il racconto dei presenti e acquisito le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza che potrebbero servire per ricostruire l’accaduto e individuare i responsabili. Sempre la polizia indaga un’altra aggressione avvenuta per strada la sera prima in via Isidoro Carini. Due ragazzi di 25 e 33 anni si trovavano in un pub per festeggiare una laurea quando - stando a quanto riferito agli investigatori - sono stati circondati e picchiati da tre ragazzi poi fuggiti. Per loro è stato necessario farsi portare all’ospedale Civico per sottoporsi ad alcuni accertamenti.

Quella stessa sera altri due ragazzi, di 33 e 31 anni, hanno vissuto la loro mezz’ora da incubo in via Emerico Amari. Dopo aver passato la serata tra amici stavano andando a mangiare qualcosa nei pressi di piazza Sturzo, non immaginando neanche cosa sarebbe accaduto di lì a poco. “Si è avvicinato un ragazzo - ha raccontato Giuliana a PalermoToday - e abbiamo capito che voleva attaccare briga. Abbiamo provato ad allontanarci ma è arrivato un altro ragazzo più magrolino che ha iniziato a colpirci. Poi si sono allontanati e sono tornati a piedi con altri quattro che li coprivano e stavano a guardarci. Siamo riusciti a scappare e abbiamo incontrato vicino al cantiere dell’anello uno che credo fosse un addetto alla sicurezza che ha allertato la polizia”. Poi l’intervento delle volanti e delle ambulanze che ha messo fine a quella nottata da dimenticare.

Una settimana prima altri due ragazzi di 20 e 23 anni, proprio in piazza Sturzo, sono finiti sotto una raffica di calci e pugni. Il loro racconto è apparso molto simile a quello fornito Giuliana, sia per il punto in cui è avvenuta l’aggressione sia per la sommaria descrizione del gruppetto di violenti. Un episodio che arrivava ad appena 24 ore da un’altra aggressione subita da una coppia in piazza Rivoluzione. I due, 29 anni lui e 32 lei, hanno dovuto richiedere l’intervento della polizia. Hanno riferito di essere stati raggiunti alle 5 del mattino da quattro persone arrivate a bordo di una Fiat 500 da cui è sceso un gruppetto di ragazzi che ha iniziato a menarli.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

Torna su
PalermoToday è in caricamento