Riprende il processo sulla Trattativa: Dell'Utri potrebbe partecipare (da uomo libero)

L'ex senatore di Forza Italia - appena scarcerato dopo avere scontato una condanna a 7 anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa - è imputato per minaccia a corpo politico dello Stato

Marcello Dell'Utri

Riprenderà lunedì prossimo, davanti alla Corte d'assise d'appello di Palermo, il processo sulla trattativa tra Stato e mafia che vede tra gli imputati anche Marcello Dell'Utri, l'ex senatore di Forza Italia scarcerato proprio oggi, dopo avere scontato una condanna a 7 anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa. In questo processo Dell'Utri è imputato per minaccia a corpo politico dello Stato e in primo grado era stato condannato a 12 anni di carcere. I suoi legali non si sbilanciano sulla eventuale presenza di Dell'Utri in aula.

Ma potrebbe partecipare, da uomo libero. Lo scorso 11 novembre, venne chiamato come teste assistito Silvio Berlusconi che, però, seguendo le indicazioni dei suoi avvocati, si avvalse della facoltà di non rispondere. All'udienza, al bunker del carcere Ucciardone, l'ex Cavaliere rimase solo qualche minuto, chiedendo anche di non essere ripreso. Il tempo di dire alla Corte d'Assise d'Appello, presieduta da Angelo Pellino, che non avrebbe risposto. Nella prossima udienza, che si terrà il 9 dicembre, sono previste le presentazioni di eventuali richieste di prove.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo protagonista, prevista "tempesta violenta": diramata allerta meteo gialla

  • La lettera: "Silvana Saguto ci hai tolto tutto, tu mangiavi sempre al ristorante e noi un pezzo di pane"

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Torna a casa e lo trova in camera da letto: ladro arrestato mentre si cala dalla grondaia

Torna su
PalermoToday è in caricamento