Pronto lo sgombero dell'asilo occupato a Pallavicino: ultimatum a famiglia con disabile

Forze dell'ordine schierate e pronte a liberare "La Mimosa", dove da anni vivono padre, madre e un ragazzino di 15 anni. L'intervento, previsto inizialmente questa mattina, è stato rinviato di una settimana. La famiglia dovrà decidere se accettare la proposta del Comune

L'asilo "La Mimosa" di Pallavicino occupato da anni

Le forze dell’ordine erano state schierate per intervenire e liberare un asilo occupato a Pallavicino, ma dopo l’ennesima tira e molla fra la famiglia e l’Amministrazione sembrerebbe che sia stata individuata una soluzione. E’ stato rinviato di una settimana lo sgombero de “La Mimosa” di via Duca degli Abruzzi. La struttura è stata abitata negli anni da diverse persone e per un breve periodo anche da qualcuno che scontava lì gli arresti domiciliari. Ad oggi era rimasta una sola famiglia della zona composta da padre, madre e il loro figlio disabile di 15 anni.

La coppia vive lì con il ragazzino da quasi quattro anni. In questo periodo il Comune ha tentato un dialogo per garantire loro un futuro. L’ultima proposta fatta dagli uffici comunali e dell’assessore Giuseppe Mattina prevede una sistemazione con affitto e utenze a carico della stessa Amministrazione. In alternativa la madre e il ragazzino dovranno spostarsi in una comunità dove sarebbero seguiti costantemente dagli assistenti sociali. A uno dei coniugi verrà inoltre proposta un’occupazione nella speranza che possano rendersi indipendenti sotto il profilo economico.

“Voglio ringraziare l’Amministrazione - spiega il consigliere della settima circoscrizione Salvo D’Asta - che sta facendo il massimo per aiutare questa famiglia. E ancora una volta, oggi, ha lavorato affinché lo sgombero venisse recepito come un aiuto e non un atto di forza. Ho assistito personalmente a tutte le fasi dello sgombero, a tratti drammatico, che alla fine è stato però posticipato. Adesso toccherà ai tre occupanti decidere se accettare il progetto proposto dal Comune e ci auguriamo che tutto vada per il meglio”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Assolutamente tutto falso vorrei capire chi vi autorizza a parlare a vanvera, non c'è proprio nulla in atto , tappatevi la bocca , sono solo parole in aria

  • Occupate anche le case e ville dei ricchi, dei parlamentari regionali etc etc

  • bravi ogni tanto si ricordano che abbiano Italiani in difficoltà che emigrati di altri paesi che la maggior parte scappano per fare la pacchia

    • Avatar anonimo di Fabrizio
      Fabrizio

      La pacchia la fanno certi arruffoni di casa nostra. Quanti finti invalidi. Quanti finti disoccupati. Quanti finti bisognosi. La nostra "stirpe" è ancora molto legata all'arruffaggine di mestiere. Loro pensano,  io non mi muovo, prima o poi mi arriverà qualche bella briciola da raccattare. Questo, toglie diritti e aiuti a chi veramente ne ha bisogno. Questo ci rende più cattivi, aridi, non conoscendo la vera gioia della vita, perché sono abituati a gioire delle miserie della vita. Ma è una gioia tossica. Chi veramente ha difficoltà, ha gioia di ricevere aiuto e vuol riscattarsi agendo per il bene di tutti , chi si fa misero per elemosinare pur essendo in grado di essere abile e produttivo, non sa cosa si perde e crea il deserto intorno a se e nella società, come un cancro.Solo se usasse la propria intelligenza positivamente.

  • Cosa c'è da decidere?

  • non mi sembra che sussistano ulteriori opzione se sono intelligenti e un ottima proposta per lasciare l"occupazione attuale per una sistemazione definitiva

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cavallo scappa e finisce in autostrada: paura sulla A29, l'animale bloccato dalla polizia

  • Cronaca

    Buonfornello, beccati con 240 chili di sigarette di contrabbando: arrestati padre e figlio

  • Incidenti stradali

    Incidente nella notte alla Cala, auto contro palo della luce: due feriti

  • Cronaca

    Dj palermitano vittima di truffa online: "Se riavrò il denaro rubato lo darò in beneficenza"

I più letti della settimana

  • Rissa sfiorata tra Massimo Giletti e il sindaco di Mezzojuso: "Mi mette le mani addosso?"

  • Arrivata la sentenza, Palermo all'inferno: "Ultimo posto e retrocessione in C"

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Il viaggio, il malore e il cuore che si ferma: Cinisi sotto choc per la morte di un'undicenne

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

Torna su
PalermoToday è in caricamento