A maggio un piano straordinario per ripulire la città, si parte dalle periferie

Squadre composte da operai comunali (Ville e giardini) e delle partecipate (Rap, Reset, Coime) daranno il via il 6 maggio agli interventi nei quartieri a monte della circonvallazione. Man mano si sposteranno nel resto della città. L'operazione pulizia durerà 2 mesi e mezzo

Un piano straordinario per ripulire la città. Si partirà lunedì 6 maggio dai quartieri a monte della circonvallazione: Bonagia, Altarello, Passo di Rigano, Cep, Cruillas. E' quanto prevede l'operazione pulizia concordata da Comune e Rap, che durerà due mesi e mezzo e coinvolgerà tutti i 25 quartieri cittadini. Così l'amministrazione Orlando intende dare un segnale innanzitutto a quella parte della periferia che lamenta disservizi e non è ancora stata inserita in nessuno step del "porta a porta".

L'iniziativa di Comune e Rap arriva alla vigilia di una settimana che si preannuncia complicata sul fronte della pulizia: domani, lunedì e il 25 aprile la Rap metterà in campo solo la metà dei netturbini (come da contratto di servizio in scadenza) e potrebbero esserci dei disagi nella raccolta dei rifiuti. Dopodiché è previsto il ritorno al normale servizio e una successiva accelerazione.

Con il piano straordinario, infatti, si cercherà di riallineare le condizioni di pulizia delle periferie a monte di viale Regione Siciliana alle zone centrali della città. Oltre a netturbini e spazzini, ci saranno gli operai della Reset per il diserbo, quelli del Coime per i lavori di piccola manutenzione ed anche il settore Ville e giardini. Ad affiancare le squadre interforze composte da operai delle partecipate e comunali ci sarà la polizia municipale, chiamata ad effettuare i controlli. 

Completata questa prima fase, intorno a fine maggio, gli operai delle ex municipalizzate si sposteranno nelle borgate marinare. E man mano nel resto della città. L’intervento più consistente sarà la pulizia meccanizzata: la Rap metterà in campo le spazzatrici, probabilmente di notte, per pulire le strade. Ai residenti verrà chiesto di spostare le macchine. I cartelli di rimozione verranno piazzati tre giorni prima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • "Palestra trasformata in un ambulatorio del doping", 4 arresti e 16 indagati

  • Reddito cittadinanza, il caso di una coppia di Palermo: "Mentono al Fisco, card sequestrata"

  • Quando Totò Riina fu arrestato: "In carcere le guardie gli urlavano 'Stai zitto, prigioniero'"

  • Calogero non ce l'ha fatta: morto il 27enne malato di linfoma che ha commosso l'Italia

Torna su
PalermoToday è in caricamento