Contrabbandiere con il reddito di cittadinanza: sequestrati 1,6 chili di sigarette

L'uomo, 40enne, è stato segnalato sia all’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato - che lo multerà - sia all'Inps. E' il diciannovesimo caso nel 2019

Uno dei sequestri di sigarette effettuati dalla finanza nel 2019

Percepisce il reddito di cittadinanza e contrabbanda sigarette. I finanzieri del Gruppo pronto impiego di Palermo lo hanno colto sul fatto in via Messina Marine e gli hanno sequestrato complessivamente circa 1,6 chili di sigarette di contrabbando, l'equivalente di otto stecche. P.C., 40enne palermitano, è stato inoltre segnalato all’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato che lo multerà. I Baschi verdi hanno poi segnalato all’Inps quanto scoperto: l'ente previdenziale valuterà se interrompere l'erogazione del beneficio economico. 

Complessivamente, nel corso del 2019, i finanzieri del Comando provinciale di Palermo, hanno effettuato 200 interventi nell’area metropolitana sequestrando oltre 600 chili di tabacchi lavorati esteri di contrabbando e segnalato all’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato 88 soggetti. Tra questi 19 verbalizzati sono risultati percettori di reddito di cittadinanza e pertanto segnalati anche all’Inps.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, frenata dei contagi in Sicilia: +91 rispetto a ieri, salgono a 13 i morti

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Un altro caso di Coronavirus fa tremare Comdata, donna positiva: "Ora la situazione è grave"

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, in Sicilia già venti morti: salgono a 846 i contagiati, 125 più di ieri

  • Incidente in via Basile, investito da un automobilista che scappa: morto 57enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento