mercoledì, 23 aprile 17℃

“Non hanno rapinato il tabaccaio” Scarcerati padre e figlio

La vittima li aveva riconosciuti come i suoi aggressori. Durante l'incidente probatorio però è emerso che i due rapinatori erano di statura alta, mentre loro sono alti meno di un metro e settanta

Redazione13 giugno 2012

Sono scarcerati padre e figlio di 38 e 19 anni, A.R. e T.R., accusati di aver compiuto una rapina ai danni di un tabaccaio in via Narzisi, zona Uditore. Quella sera di febbraio in due avevano pedinato la vittima e dopo averla colpita con calci e pugni le avevano portato via circa mille euro. Quindi erano fuggiti a bordo di un ciclomotore intestato proprio al figlio, che come il padre ha precedenti per rapina. Il Tabaccaio successivamente li aveva riconosciuti come i suoi aggressori. Anche se la moglie e la madre dei due aveva denunciato il furto del motorino.

Annuncio promozionale

Ma poi – secondo quanto riporta LiveSicilia - durante l’incidente probatorio è emerso subito che i due rapinatori erano di statura alta (i due arrestati sono al di sotto del metro e settanta). Poi, la marcia indietro della vittima. Le sue certezze sono crollate. E il Tribunale della libertà ha scarcerato i due indagati. T.R.-3
 

Uditore-Passo di Rigano
rapine

Commenti