Assalto alle Poste di Belmonte, rapinatori fuggono con un bottino da mille euro

Sono entrati in due, con il volto coperto dal passamontagna. Hanno minacciato i dipendenti e si sono fatti consegnare i soldi custoditi nelle casse. Sull'episodio indagano i carabinieri del Nucleo radiomobile

Le Poste di via Papa Giovanni XXIII, a Belmonte (foto Google street view)

Sono entrati in un ufficio postale con addosso i passamontagna per nascondere il loro volto. Quindi si sono diretti verso gli sportelli, hanno minacciato i dipendenti e si sono fatti consegnare circa mille euro. Poi la fuga. Risale a due giorni fa la rapina messa a segno nella filiale di via Papa Giovanni XXIII 16, a Belmonte Mezzagno.

Due i rapinatori entrati in azione intorno alle 13,15, un orario in cui erano certi di non trovare grande affluenza di utenti. Dopo aver intimidito gli impiegati lasciando intendere loro di essere armati, hanno arraffato il bottino e si sono dileguati. A lanciare l’allarme è stato il direttore della filiale che, però, non è riuscito a fornire alcun dettaglio sulla via di fuga o sul mezzo a bordo del quale si sono allontanati.

Appena qualche minuto dopo sono intervenute due pattuglie del Nucle radiomobile dei carabinieri che, raccolte le prime informazioni, hanno avviato le indagini per risalire all’identità dei due banditi. Acquisite le immagini del sistema di videosorveglianza. Il danno risulta essere coperto dalla polizza assicurativa.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Due vermi.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio a Pagliarelli, un sms sul cellulare per attirare Manzella nella trappola

  • Mafia

    Il tesoriere di Totò Riina ora è libero: Vito Palazzolo affidato in prova ai servizi sociali

  • Incidenti stradali

    Ci risiamo, incidente in via Roma: un altro pedone investito, è grave

  • Cronaca

    Ha investito e ucciso un uomo in via Roma, ventenne ai domiciliari per due mesi

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento