Un colpo di pistola in aria e poi l'assalto al portavalori, rapina da 65 mila euro a Bagheria

Sei rapinatori armati e incappucciati hanno colpito questa mattina davanti all'Eurospin di via Walter Cosina. Hanno minacciato le guardie giurate, gli hanno sottratto le pistole e poi sono fuggiti col bottino. Indaga la polizia

L'Eurospin di via Walter Cosina, a Bagheria (foto Google street view)

Sono arrivati in sei a bordo di tre scooter davanti a un supermercato della catena Eurospin. Hanno atteso il passaggio di un portavalori e poi hanno esploso un colpo di pistola in aria per costringere le guardie giurate a fermarsi. Quindi la fuga con un bottino da 65 mila euro. Colpo grosso questa mattina in via Walter Cosina, a Bagheria, dove sono intervenute tutte le volanti a disposizione del commissariato di polizia.

E' successo tutto in pochi minuti, intorno alle 13.30. La banda di rapinatori incappucciati si è piazzata a pochi metri dal punto vendita aspettando il momento migliore per entrare in azione. Anche grazie alla collaborazione di uno o più "pali" che hanno atteso il furgone blindato per comunicare ogni spostamento ai complici, tenendo sempre sotto controllo le strade che gli avrebbero consentito di scappare.

Poi il colpo di pistola che ha squarciato il silenzio di via Walter Cosina. I rapinatori hanno puntato le loro armi contro le guardie giurate, le hanno costrette a consegnare i sacchi di juta contenenti l'incasso del supermercato e anche le loro pistole prima di allonanarsi e fare perdere le proprie tracce. Subito dopo sono arrivati gli agenti di polizia che hanno avviato le indagini e acquisito alcuni video per identificare i rapinatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

Torna su
PalermoToday è in caricamento