"I picciuli o ti finisci male": incappucciati, con pistola e accetta rapinano distributore di benzina

Una banda composta da quattro banditi ha preso di mira l'impianto Fuel Power che si trova a Misilmeri, lungo la Palermo-Agrigento. Dopo aver setacciato gli uffici sono fuggiti a bordo di una Yaris con un bottino di 800 euro. Indagano i carabinieri

Le immagini riprese dal sistema di videosorveglianza

Minacciato con un’accetta da quattro banditi incappucciati, alcuni armati anche di pistola, che hanno poi rapinato un impianto di carburante della Fuel Power. Il colpo è stato messo a segno lo scorso 17 gennaio sulla strada statale 121 Palermo-Agrigento, nel territorio di Misilmeri. Sull’episodio indagano i carabinieri che hanno acquisito i video del sistema di sorveglianza che ha immortalato tutte le fasi dell’assalto.

La banda è arrivata intorno alla mezzanotte fra venerdì e sabato a bordo di una Toyota Yaris. Uno di loro, come mostrano le immagini, apre la portiera ed esce con un’accetta fra le mani. Si dirige verso l’impiegato, lo afferra per un braccio e lo minaccia: “Dammi tutti i picciuli picchì ti finisci male”. Quindi gli altri tre, due dei quali armati di pistola, scendono dall'auto e spingono l’uomo costringendolo a portarli negli uffici.

Una volta entrati i rapinatori hanno rovistato la stanza a caccia di contanti e altri oggetti di valore, riuscendo ad arraffare complessivamente un bottino di circa 800 euro. Poi la fuga, pochi minuti dopo l’irruzione, a bordo dell’auto (risultata rubata dopo i primi accertamenti). Una volta liberatosi della banda l’impiegato ha lanciato l’allarme alla centrale operativa del 112.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno acquisito le immagini riprese dalle telecamere e hanno avviato le indagini per mettersi sulle tracce dei rapinatori. L'episodio è stato poi denunciato in caserma. L’impianto Fuel Power in questione sarebbe solo il terzo, nel giro di due settimane, a ricevere un sgradita visita: l’ultimo episodio a Palermo, al distributore di via Armando Diaz.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Sempre in 4 , fateci caso.

  • Ormai le farmacie non rendono più.

  • Avatar anonimo di Palermitano a Bologna
    Palermitano a Bologna

    ma invece di fare queste rapine, se avete le palle perche non andate nelle Banche, è no vero perche li vi beccano a tre secondi, che ladri di Galline

  • Avatar anonimo di Gianni
    Gianni

    Altro che riforma Orlando!  Per costoro servono istituti di massima rieducazione,

  • leggi dure contro tutti i delinquenti....

  • Per questa gentaglia ci vorrebbe la pena di morte, altro che domiciliari del cavolo. Dovremmo fare sul serio, per fare capire chi comanda alreimenti andremo sempre al peggio.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Daita, col Suv contro le auto posteggiate e poi si ribalta: morto il figlio del titolare del bar Renato

  • Cronaca

    La polizia non dorme: "Le pattuglie di tutti gli otto commissariati in giro 24 ore su 24"

  • Cronaca

    "Non ha abusato della figlia", sentenza ribaltata in appello: incubo finito per un padre

  • Cronaca

    Assalto con pistola in via Sammartino, rapinata la sanitaria Vizzini

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, camion travolge auto: morto un magistrato

  • Il migliore cardiochirurgo del mondo? Lavora a Villa Sofia: "Così ha salvato una donna"

  • Giovanni e una vita tra toga, famiglia e pallone: "Magistrato di spessore, uomo serio e preparato"

  • Lacrime e silenzio per il funerale di Giovanni Romano: "Quel messaggio senza risposta di domenica notte"

  • Stroncato da un infarto mentre è in bici: morto avvocato palermitano

  • Mistero sui binari della metro, macchinista vede cadavere e ferma il treno

Torna su
PalermoToday è in caricamento