Via Ernesto Basile, rapina "mordi e fuggi" al distributore di benzina Eni

Due persone armate di coltello e con il volto parzialmente coperto sono entrati in azione di sera. Dopo aver minacciato il dipendente gli hanno portato via 100 euro e sono scappati con uno scooter. Indaga la polizia

(foto archivio)

Ancora una rapina al distributore di benzina Eni di via Ernesto Basile. Due giovani banditi armati di coltello sono entrati in azione la scorsa settimana e dopo aver minacciato il dipendente in servizio a quell’ora, le 22.30 circa, si sono fatti consegnare un bottino di circa 100 euro.

Una volta arraffati i contanti i due, con il volto parzialmente coperto, sono fuggiti con uno scooter facendo perdere le proprie tracce al Villaggio Santa Rosalia. Sul posto sono intervenute le volanti di polizia che hanno ascoltato il racconto della vittima e acquisito le immagini della videosorveglianza.

L’ultimo colpo subito dai dipendenti dello stesso impianto di carburante risale allo scorso 24 agosto. In quel caso il rapinatore era uno soltanto ed era a bordo di un mezzo a due ruote, aveva il volto coperto da cappuccio e foulard e un coltello stretto fra le mani.

Lo scorso 26 marzo invece il rapinatore entrato in azione in via Ernesto Basile era da solo, aveva una pistola in pugno e si era presentato a bordo di un Honda Sh per poi fuggire in direzione di corso Tukory con un bottino di circa 150 euro. Su tutti e tre gli episodi indaga la polizia che ha analizzato i video a caccia di dettagli utili per risalire all’identità dei responsabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • Incassa il reddito di cittadinanza ma lavora (in nero) in un panificio, denunciato

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento