Rapina violenta a una coppia di ragazzi: presa la gang del Politeama

La banda, in piazza Castelnuovo, ha accerchiato e terrorizzato con un coltello due giovani minacciando di ferirli gravemente. Poi la denuncia e i controlli dei Falchi della Squadra Mobile. Fermati 3 pregiudicati: hanno 18 e 19 anni

Bontà, Corrao e Mustacchio

Sono ritenuti i responsabili di una violenta rapina ai danni di una giovane coppia, avvenuta nei giorni scorsi in piazza Castelmuovo. La polizia ha eseguito tre provvedimenti di fermo nei confronti dei pregiudicati palermitani. Si tratta di 3 ragazzi di età compresa tra 18 e 19 anni: Davide Mustacchio, Vincenzo Corrao e Giovanni Bontà. I fatti risalgono al 3 settembre scorso: intorno all'1.30, in tre si sono avvicinati a una coppia di ragazzi che era seduta sui gradini in piazza Castelnuovo, in attesa dei genitori. La gang, dopo aver circondato i due malcapitati, terrorizzandoli con un coltello, avrebbero minacciato di ferirli gravemente se non avessero consegnato quanto avevano nel portafogli, oltre al telefonino e il contenuto delle borse. 

In sede di denuncia i due ragazzi hanno poi fornito una dettagliata descrizione dei tre rapinatori, aggiungendo che uno di loro aveva un particolare  tatuaggio. I “Falchi” della sezione “contrasto al crimine diffuso”della Squadra Mobile, hanno deciso così di predisporre mirati servizi di controllo nelle immediate vicinanze di piazza Castelnuovo, convinti che la gang potesse tornare a colpire nello stesso posto, abitualmente frequentato dai ragazzi fino a tarda notte.

Le intuizioni dei poliziotti  si sono rivelavate esatte: infatti, la sera dopo hanno notato tre ragazzi che corrispondevano perfettamente alle descrizioni fornite dalle vittime, che si aggiravano con fare circospetto in piazza Politeama. I tre, tenuti d’occhio dagli agenti, si sono quindi avvicinati a una coppia di giovani, ma - all’improvviso - forse perché si sono accorti della presenza dei poliziotti, si sono dati alla fuga tentando di far perdere le loro tracce. Dopo un breve inseguimento sono stati raggiunti e bloccati dagli agenti. Addosso a Mustacchio è stato trovato un coltello a punta che successivamente la vittima ha riconosciuto: era lo stesso utilizzato in occasione della rapina alla coppia.

I tre pregiudicati - poi accompagnati negli uffici della Squadra Mobile - sono stati riconosciuti dalle vittime. Alla luce di quanto accertato dagli investigatori, è scattato il fermo di indiziato di delitto nei confronti dei tre, che sono finiti al Pagliarelli.  Ulteriori sviluppi investigativi hanno portato gli agenti della Mobile a Ballarò, a casa di un ricettatore extracomunitario. Nel corso della perquisizione dell’appartamento sono stati trovati numerosi cellulari di ultima generazione, tutti privi di dati in memoria. Rinvenuta anche la somma contante di 1.245 euro che è stata posta sotto sequestro. Per l'uomo, invece, è scattata la denuncia in stato di libertà per il reato di ricettazione.  Indagini in corso per accertare l’eventuale responsabilità dei malviventi fermati in altri episodi.  "Pertanto - dicono dalla questura - invitiamo tutti coloro che li riconoscessero come autori di eventuali altri reati a contattare gli uffici della Squadra Mobile di Palermo - sezione contrasto al crimine diffuso, al numero 091210111".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • Coronavirus, gli spostamenti della turista bergamasca: "Ha girato per Palermo, indagini su dove è stata"

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus a Palermo, i contagiati tra i turisti bergamaschi salgono a tre

  • Coronavirus, Musumeci: "Sospensione lezioni nelle scuole di Palermo e provincia"

  • Terrasini, rissa mortale dopo la discoteca: "In un video la coltellata fatale"

Torna su
PalermoToday è in caricamento