"Aprite la cassa e nessuno si farà male": assalto in banca in via Ammiraglio Rizzo

Nel mirino la Monte dei Paschi di Siena, nei pressi della chiesa Don Orione. Bottino da 6 mila euro. Sul posto gli agenti delle volanti e della Scientifica per i rilievi. Al vaglio le immagini della videosorveglianza

La filiale MpS di via Ammiraglio Rizzo (foto archivio)

Sono entrati in banca in due ma non avevano in mente di depositare contanti o aprire un conto. Uno indossava un passamontagna addosso, l'altro aveva il volto nascosto da un fasciacollo e un cappellino. "Aprite la cassa e nessuno si farà male", hanno urlato ai dipendenti dietro al bancone prima di fuggire con bottino da 6 mila euro fra le mani.

Una rapina è stata messa a segno lo scorso 24 aprile nella filiale della Monte dei Paschi di Siena di via Ammiraglio Rizzo, che si trova a poche decine di metri dalla chiesa Don Orione. I due, senza utilizzare armi, avrebbero fatto irruzione in banca poco prima dell'orario di chiusura mattutina, intorno alle 13. E' bastato loro far credere ai dipendenti di avere una pistola in tasca e minacciarli per farsi consegnare i soldi.

Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia che hanno ascoltato il racconto dei testimoni e acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza interno. Il personale della Scientifica ha invece eseguito i rilievi perché sembrerebbe che uno dei rapinatori abbia toccato il bancone e le casse a mani nude. Nel caso in cui si trattasse di un pregiudicato agli investigatori potrebbero bastare pochi giorni per rintracciare i responsabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento