Termini Imerese, ancora una rapina alla banca Carige: bottino da 5 mila euro

Due banditi a volto scoperto e armati di taglierino hanno fatto irruzione nella filiale di corso Umberto e Margherita. Il colpo è stato messo a segno a un mese esatto dall'ultimo subito dalla stessa agenzia. Indaga la polizia

Il cartello affisso all'ingresso della filiale dopo la rapina - foto Chirvasa Ioan

La banca Carige di Termini Imerese torna nel mirino dei rapinatori. Due persone armate di taglierino hanno colpito questa mattina nella filiale di corso Umberto e Margherita. I banditi, a volto scoperto, sono entrati intorno alle 9.30 nell’istituto di credito hanno minacciato gli impiegati e li hanno costretti a consegnare i contanti custoditi nella cassa.

In pochi minuti la coppia di banditi è riuscita a scappare con un bottino da 5 mila euro, per poi raggiungere probabilmente un mezzo parcheggiato non distante dalla banca per allontanarsi e fare perdere definitivamente le proprie tracce. Poco dopo sono intervenuti gli agenti del commissariato di polizia di Termini Imerese che hanno ascoltato il racconto dei testimoni e acquisito le immagini della videosorveglianza.

Il colpo di questa mattina presenta delle analogie con quello messo a segno esattamente un mese fa nella stessa filiale. In quell’occasione i banditi - due, a volto scoperto e armati di taglierino - sono riusciti a fuggire con 10 mila euro in contanti. Sull’episodio dello scorso 18 giugno indagano sempre gli agenti del commissariato di Termini Imerese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

  • Francesco Benigno in tv: "Mio padre mi legava con le catene, ho dormito dappertutto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento