Brancaccio, vandali in azione contro il centro Padre Nostro

Ignoti hanno rotto il lampione che illumina il piazzale dedicato a don Pino Puglisi. A denunciare l'episodio, solo l'ultimo in ordine di tempo, è stato il presidente del Centro Maurizio Artale

Ancora una volta i vandali si sono accaniti contro il centro Padre Nostro di Brancaccio. Ignoti hanno rotto il lampione che illumina il piazzale dedicato a don Pino Puglisi. L'episodio è stato reso noto dal presidente del centro, Maurizio Artale.

"Il giorno di San Giuseppe - racconta Artale - i  soliti noti balordi, hanno voluto augurare al beato Giuseppe Puglisi, buon compleanno staccando un lampione di forma sferica che illumina il memoriale di 3P, voluto dall'amministrazione comunale di Palermo e dal centro di accoglienza Padre Nostro da lui fondato per giocarci a pallone. Naturalmente  - prosegue - nessuno ha visto e sentito nulla. In contemporanea,la polizia interveniva a 300 metri da piazzale Anita Garibaldi n tenuta antisommossa, per tutelare alcuni automobilisti e vigili del fuoco presi di mira dalla sassaiola di alcuni abitanti di Brancaccio. Auguri Padre Pino".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento