Ragazza violentata in un parcheggio: preso 17enne, rientrava da Marrakech

I fatti sono avvenuti all'inizio di dicembre dell’anno scorso: fermato il quinto componente della gang. Si tratta di un italiano: è stato bloccato dagli agenti della Squadra mobile di Palermo. Era appena atterrato a Catania con un volo proveniente dal Marocco

L'aeroporto di Catania

E' accusato, insieme ad altri quattro giovani, di aver violentato una ragazza in un parcheggio sotterraneo in centro città. Gli agenti della Squadra mobile di Palermo, insieme ai colleghi della polizia di frontiera aerea di Catania, hanno individuato e fermato il quinto componente del gruppo di malviventi che, ai primi di dicembre dell’anno scorso, aveva abusato sessualmente di una diciassettenne.

Diciassettenne violentata, fermati gli aggressori

"Si tratta di un ragazzo italiano della stessa età, 17 anni anche lui - dicono dalla questura - che si era reso irreperibile al momento degli arresti eseguiti dalla polizia nei giorni scorsi nei confronti degli altri quattro componenti della gang. Il ragazzo è stato bloccato dai poliziotti della Mobile palermitana e dalla Polaria di Catania, al suo arrivo nel capoluogo etneo con un volo proveniente da Marrakech".

Il giovane, al termine delle formalità di rito, è stato portato in una comunità come disposto nell’ordinanza di misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale per i Minorenni di Palermo. Deve rispondere di violenza sessuale di gruppo.

I fatti sono avvenuti all'inizio di dicembre dell’anno scorso all’interno di un parcheggio sotterraneo in centro. I ragazzi all’epoca erano tutti minorenni. Gli inquirenti hanno acquisito i filmati delle telecamere presenti all’interno del parcheggio e di quelle della zona, "permettendo di ottenere dei frame importanti che hanno documentato quanto successo nei momenti antecedenti e successivi alla violenza", hanno spiegato negli scorsi giorni dalla polizia.

Sono poi stati acquisiti i tabulati del telefono della ragazza e dell’unico aggressore che lei conosceva. Da qui l'identificazione dei componenti del "branco". Le indagini sono state coordinate dal sostituto procuratore Claudia Caramanna della Procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Palermo. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • "Addio Lando": è morto il proprietario del Break

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

Torna su
PalermoToday è in caricamento