Raccolte 120 tonnellate di ingombranti: "Come via Ruggero Settimo colma di rifiuti" 

Partita la pulizia straordinaria, in notturna, della città. Gaetano Rubino, presidente di Assopirec: “Al fianco della Rap per tornare alla normalità”. Gli interventi, a costo zero, proseguiranno per un'altra settimana circa

Il presidente della Rap, Norata, insieme ad un operaio durante la raccolta

In tre notti raccolte 120 tonnellate di ingombranti, l’equivalente di via Ruggero Settimo completamente coperta da un metro di rifiuti. L'intervento di pulizia è stato realizzato dalla Brugnano Srl e da altri partner Assopirec, l'associazione che in Sicilia raggruppa la maggior parte delle piattaforme di recupero .

L'intervento, spiega il presidente di Assopirec, Gaetano Rubino, non solo è a costo zero per la Rap ma addirittura consente alla società del Comune di liberare risorse ed energie da utilizzare in altri tipi di servizi, come ad esempio la raccolta dei rifiuti solidi urbani: “Abbiamo risposto, con grande spirito di collaborazione all’invito che ci è stato fatto dal presidente Norata di dare una mano in questo momento di emergenza, assumendoci gli oneri della raccolta e del trasporto presso le nostre piattaforme, poiché queste operazioni vengono svolte con il nostro personale e i nostri mezzi”.

Gli interventi notturni andranno avanti fino a quando ce ne sarà l’esigenza: un'altra settimana circa, secondo il presidente di Assopirec dovrebbe bastare. "Questa esperienza - conclude Rubino - è un esempio virtuoso e positivo di collaborazione pubblico-privato che produce risultati e risparmi, che da soli né il pubblico e né il privato potrebbero ottenere. Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla volontà e all’apertura di una persona esperta e competente come il dottor Norata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento