"Questa è una vecchia amicizia" , la Uil pensionati con la Lav per l'adozione di cani e gatti

"Adottare un animale è sempre un gesto nobile - sottolinea il segretario generale della Uil Pensionati Sicilia Antonino Toscano - ma l'azione si arricchisce di un significato ancora più alto se il quattrozampe è adulto e dunque con minori possibilità di essere accolto da nuovi padroni".

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Sì all'adozione di cani e gatti, specie se adulti e, quindi, con minori probabilità di essere scelti da nuovi padroni. La Uil pensionati Sicilia aderisce alla campagna "Questa è una vecchia amicizia", messa a punto dalle sigle dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil in collaborazione con la Lav, per la prima volta insieme contro il fenomeno del randagismo.

Già illustrata dai sindacati e dall'associazione animalista a livello nazionale e premiata dal presidente della Camera Laura Boldrini con una speciale "medaglia per l'impegno", l'iniziativa è stata accolta con entusiasmo dalla Uil pensionati Sicilia, che invita i propri iscritti e gli interessati ad acquisire maggiori informazioni in merito ai contenuti della campagna sul sito www.uilpensionatisicilia.it.

"Sottrarre alla sofferenza e all'abbandono un cane o un gatto - spiega il segretario generale Uil pensionati Sicilia Antonino Toscano - non è solo un gesto salvifico per l'animale, ma per la stessa persona che lo compie, specie se anziana". "Sono tante le storie che raccontano di legami profondi tra animali e padroni non più giovanissimi, felici nel donarsi reciprocamente amicizia - sottolinea l'esponente della Uil - e noi riteniamo che la compagnia di un quattrozampe possa solo essere benefica per gli anziani che spesso sperimentano il disagio dell'abbandono e della solitudine". "L'unica raccomandazione da tenere presente - conclude il segretario - è che gli animali non sono giocattoli, pertanto se si decide di accoglierli, bisogna farlo con grande senso di responsabilità e dedizione".

Torna su
PalermoToday è in caricamento