Terrasini, giardino della legalità: iniziata la riqualificazione

Via le erbacce. Sono stati piantati quattro alberi di ulivo donati dal Mercato del Contadino e a breve dovrebbero arrivare anche 100 piantine colorate

Il giardino della legalità ripulito

Dopo mesi di abbandono il giardino della legalità, all'interno della Villa a Mare di Terrasini è stato rimesso a nuovo.  E presto tutta l'area che funge da accesso al parco giochi comunale verrà riqualificata.

Il giardino, spiega l'assessore ai beni culturali Marina Randazzo, “nella prima settimana di marzo è stato pulito dagli operai del verde pubblico”. “La settimana scorsa io e l’assessore Carlo Favazza – continua la Randazzo - abbiamo ordinato 100 piantine colorate, spendendo solamente 230 euro, che al più presto saranno piantate. Abbelliremo inoltre l’albero in ferro battuto che si trova al centro del giardino”.

Già piantati invece quattro alberi di ulivo donati dal Mercato del Contadino. “Qualcuno ha lamentato il fatto che nessuno si sia più ricordato del giardino e della legalità che esso rappresenta ma non è così”, conclude l'assessore.

L'area verde è stata inaugurata il 24 maggio 2012, in occasione dei festeggiamenti per il ventennale della strage di Capaci. Realizzata dagli operai del Comune e dagli alunni delle scuole, grazie ad un finanziamento del ministero della Gioventù e al contributo del Corpo Forestale che ha fornito diverse specie di piante è stata per nei mesi invernali abbandonata al degrado.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

Torna su
PalermoToday è in caricamento