Pullman, disagi per i pendolari: protesta il sindaco di San Giuseppe Jato

Secondo Giuseppe Siviglia l'Ast non riesce ad assicurare il rifornimento di gasolio per tutti i mezzi, al punto da essere costretta a saltare alcune corse. "Libertà di movimento limitata, il servizio deve essere garantito"

Corse che saltano e disagi per i pendolari che quotidianamente devono raggiungere San Giuseppe Jato da Palermo e viceversa. Secondo quanto afferma il sindaco di San Giuseppe Jato, Giuseppe Siviglia, l'Ast - l'azienda che gestisce il trasporto verso molte zone della provincia - non riesce ad assicurare il rifornimento di gasolio per tutti i mezzi, al punto da essere costretta a saltare alcune corse. Alla base ci sarebbero problemi economici che la società non è ancora riuscita risolvere. Fatto sta che i cittadini che devono spostarsi pagano le conseguenze di un servizio col contagocce.

"I servizi pubblici sono essenziali e vanno garantiti – dice Siviglia in una nota – e la non regolarità delle corse dell'Azienda Siciliana Trasporti, meraviglia l'utenza arrecando danni agli studenti e ai lavoratori che non riescono a rispettare i loro impegni. Un disagio - aggiunge Siviglia - che diventa più pesante in un momento così particolare, visto che in seguito all'aumento del prezzo del carburante, molti cittadini optano per il pubblico trasporto, ma tale disservizio pregiudica anche la libertà di movimento".
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

Torna su
PalermoToday è in caricamento