Metà degli operai verso il licenziamento, in cento bloccano la Palermo-Agrigento

I dipendenti della Bolognetta Scpa, impegnati nei lavori di ammodernamento dell'arteria stradale, hanno bloccato il passaggio delle auto all'altezza dello svincolo per Mezzojuso. Regione fissa vertice per il prossimo 3 ottobre. I sindacati: "Rischio incompiuta"

I dipedenti che protestano sulla Palermo-Agrigento

Scatta la protesta dopo l’annuncio del licenziamento del 50% degli operai della Bolognetta Scpa. Circa cento dipendenti impegnati nei lavori di ammodernamento sulla Palermo-Agrigento hanno bloccato stamattina la strada statale all’altezza dello svincolo per Mezzojuso. Complessivamente, ad oggi, sono 140 gli edili impiegati nei cantieri ai quali si aggiungono circa 200 operai dell’indotto.

Alla manifestazione indetta dai sindacati, che temono lo stop sui lavori per il completamento dell’arteria stradale, la Regione ha risposto per il tramite dell’assessore alle Infrastrutture Luigi Bosco, il quale ha convocato per il prossimo 3 ottobre una riunione con l’Anas e la società per chiarire alcuni dettagli e studiare eventuali mosse.

Per mercoledì prossimo, secondo quanto riferiscono le organizzazioni dei lavoratori, era già fissato un incontro sul piano di esuberi ed è stato chiesto di attendere quantomeno fino al vertice del prossimo mese. E intanto i sindacati lanciano un secondo allarme: "Quest’opera, avviata nel 2014, rischia di restare un’incompiuta".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Ormai l economia di questa terra, maledetta dal connubio mafia-politica, é al collasso.... si é sempre impedito il vero sviluppo e, ora, ci troviamo disoccupati e precari. A quanto pare, ai vari Governi fa' comodo avere una terra sgregolata

  • I sindacati, però, come al solito son catastrofisti...