"Ogni anno vedono leso il diritto alla continuità didattica": sit in degli insegnanti di sostegno

Manifesteranno davanti alla sede dell’ufficio scolastico provinciale indossando una maglietta di colore rosso, simbolo della “violenza” perpetuata nei loro confronti: "Chiederemo un incontro che possa fare chiarezza sullo stato delle cose"

Sit in di protesta domani davanti alle porte dell’ufficio scolastico provinciale di Palermo. Gli insegnanti specializzati su sostegno di tutta la Sicilia, della scuola primaria e dell’infanzia, si sono dati appuntamento alle 9 per chiedere chiarezza sulle procedure di assegnazione delle cattedre per l’anno scolastico 2019-2020. La neonata associazione “Insieme per il sostegno”, nasce con lo scopo di salvaguardare gli interessi legittimi degli insegnanti e dei bambini disabili che ogni anno vedono leso il proprio diritto alla continuità didattica in nome dell’interesse personale di quanti, già di ruolo, scelgono di ritornare in Sicilia. L’associazione che ha riunito gli insegnanti di tutte le provincie siciliane, ha già proceduto ad una diffida nei confronti dell’ufficio scolastico provinciale al fine di far rispettare la procedura vigente che prevede la nomina degli specializzati di prima e seconda fascia prima delle assegnazioni provvisorie dei docenti senza titolo. 

Manifesteranno indossando simbolicamente una maglietta di colore rosso, simbolo della “violenza” perpetuata alle migliaia di lavoratrici e lavoratori precari che ancora oggi attendono l’immissione in ruolo. Accanto agli insegnanti ci saranno le famiglie delle alunne e degli alunni disabili che ogni anno si vedono costretti a entrare in classe senza il proprio docente di sostegno per iniziare serenamente le attività didattiche. Gli insegnanti chiederanno un incontro che possa fare chiarezza sullo stato delle cose, incontro già negato con il silenzio dai funzionari competenti nonostante una prima lettera firmata da più di 500 docenti e la diffida di poche settimane fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • "Palestra trasformata in un ambulatorio del doping", 4 arresti e 16 indagati

  • Reddito cittadinanza, il caso di una coppia di Palermo: "Mentono al Fisco, card sequestrata"

  • "Mi ha bloccata e messo la mano sul seno": tentata violenza in strada su una 19enne

  • Autista del 118 offre lavoro in cambio di soldi, poliziotti si appostano al bar e lo arrestano

Torna su
PalermoToday è in caricamento