Dalla campagna alla piazza, corteo degli agricoltori in centro

Bandiere gialle in movimento da piazza Marina a piazza Indipendenza. I lavoratori sono arrivati da tutta la Sicilia per la manifestazione indetta da Coldiretti: "Siamo vittime di ritardi burocratici e della mancanza di una strategia di sviluppo"

Foto pagina Facebook Coldiretti Sicilia

Sono arrivati da tutte le province siciliane e si sono dati appuntamento in piazza Marina per poi marciare fino a piazza Indipendenza, dove c'è la presidenza della Regione per chiedere interventi per in favore del comparto e uno snellimento della burocrazia. Protestano cosi gli agricoltori, che hanno aderito massicci all'iniziativa di Coldiretti. A manifestare anche il presidente nazionale Ettore Prandini e il segretario generale Vincenzo Gesmundo. 

Agricoltori e allevatori siciliani marciano a Palermo: il centro si colora di giallo | VIDEO 

Coldiretti lamenta "il fallimento delle politiche agricole giovanili regionali, i ritardi burocratici, la mancanza di una strategia di sviluppo, la crisi dei comparti vitali tra cui la zootecnia, la cerealicoltura nonché il costo dell'acqua alle stelle". In prima fila anche Leoluca Orlando: "La città di Palermo e l’Anci Sicilia aderiscono alla manifestazione della Coldiretti per lanciare un appello forte affinché freni lo spopolamento delle campagne. La crisi economica, la crisi dell'agricoltura, non è soltanto un problema che riguarda le imprese agricole, ma è anche una ragione profonda dello spopolamento delle zone interne della Sicilia e dell’impoverimento complessivo della nostra Regione”. Il corteo, partito da piazza Marina, attraverserà corso Vittorio Emanuele per poi raggiungere la Regione. Le strade del centro sono presidiate dalla polizia municipale che in un tweet avvisa: "possibili disagi alla circolazione".

Nel pomeriggio la nota del Governatore Nello Musumeci. "Il presidente Musumeci - si legge - insieme all’assessore all’Agricoltura Edy Bandiera e al dirigente generale del dipartimento Dario Cartabellotta, ha ricevuto a Palazzo Orleans una delegazione della Coldiretti, guidata dai presidenti nazionale e regionale Ettore Prandini e Francesco Ferreri. I rappresentanti dell’organizzazione di categoria hanno evidenziato al governatore alcune delle problematiche che affliggono il settore agricolo nell’Isola. Il presidente Musumeci ha illustrato le attività svolte dal governo in questi due primi anni di mandato. Ci vorranno almeno tre lustri – ha detto loro – per rendere la nostra agricoltura competitiva al pari delle altre Regioni Italiane. L’importante era avviare un nuovo corso e lo abbiamo già fatto. Auspico un clima di serenità nel confronto con la Coldiretti, così come c’è con tutte le altre organizzazioni di categoria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

Torna su
PalermoToday è in caricamento