Gli assistenti igienico personale protestano: "Vogliono cancellare illegittimamente l'intera categoria"

La Regione si starebbe preparando ad utilizzare i collaboratori scolastici statali al posto dei lavoratori specializzati: "L'assessorato alla Famiglia si è rivolto anche al Cga per un parere"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Forte protesta mercoledì scorso a Palermo degli assistenti igienico personale dello Slai Cobas sc all'assessorato regionale alla Famiglia: occupato per alcune ore l'ingresso. Visti gli animi infervorati delle precarie e precari la dirigente generale Di Liberti con il dott. Lucisano, facente funzione dell'assessore Scavone, ha incontrato subito una delegazione dello Slai Cobas sc. La voce della protesta degli assistenti igienico personale si è sollevata contro lo scempio/macelleria sociale che la Regione - su input dei governi nazionali (dal governo renzi/gentiloni ai governi conte 1 e 2 con il dl 66/2017 illegittimamente interpretato solo per l'ennesima manovra di tagli contro lavoratori e di pesante attacco ai diritti degli studenti disabili) - si sta preparando a mettere in campo. Non solo Palermo ma tutte le città e comuni della Sicilia sono interessati, pertanto tutti gli assistenti si devono sentire coinvolti, perchè con un colpo di spugna, vedi la relazione annuale dell'assessorato regionale alla famiglia che si è rivolto anche al Cga per un parere sull'utilizzo dei collaboratori scolastici statali delle scuole nell'assistenza igienico-personale, si vuole cancellare illegittimamente l'intera categoria in Sicilia degli assistenti igienico-personale specializzati.

Occorre una mobilitazione generale, gli assistenti di Palermo, organizzati nello Slai Cobas per il sc sono da sempre in prima linea nella lotta e si battono sempre a nome di tutta la categoria, ma non basta... occorre collegarsi e coordinarsi in tutte le città per lottare in difesa del diritto a un lavoro, l'assistenza igienico-personale specializzata, che si svolge da tantissimi anni e che proprio per il rispetto del diritto allo studio degli studenti disabili non può e non deve essere cancellato, scaricandolo su altri lavoratori, i collaboratori scolastici, cui non spetta assolutamente da Ccnl scuola, solo per sporche manovre di "risparmio" sulla pelle di lavoratori, studenti e famiglie.

Aggiornamento all'Assessorato Famiglia il 25 settembre prossimo! Slai Cobas per il sc Dopo più di 20 anni di servizio pensano di buttarci fuori sostituendoci illegalmente in tutta la Sicilia con i collaboratori scolastici delle scuole? Noi nn ci stiamo proprio e lotteremo! Ma occorre mobilitarsi e subito in tutta la regione, non è una questione di singole città! COLLEGHIAMOCI! 

Torna su
PalermoToday è in caricamento