Un giardino davanti a Palazzo dei Normanni: aiuole e panchine al posto dell'asfalto

L'area verde, piena di essenze, avrà la forma di una stella a otto punte e sarà inaugurata il primo giugno. A presentare il progetto il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè: "Il numero otto che segnò la vita di Federico II sarà protagonista"

Uno dei giardini in mostra a Radicupera

Un giardino al posto dell'asfalto in piazza del Parlamento. Sarà inaugurato il primo giugno e si chiamerà “Passage to Mediterranean”. Il progetto sarà inserito all’interno di una stella a otto punte che richiama la complessità e la ricchezza di dialogo tra culture occidentali e orientali. L'area sarà composta da un’istallazione con struttura in ferro e corde con un passaggio interno su una pedana e grandi aiuole laterali.

Il progetto è stato presentato, ieri mattina, dal presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè nel corso della conferenza stampa di Radicepura, biennale del giardino mediterraneo e all’architettura del paesaggio in programma ad aprile a Giarre, nel catanese. “Questa meravigliosa idea - ha detto Miccichè - è venuta fuori da un incontro tra Mario Faro, fondatore del Parco Radicepura e promotore del Festival, e il direttore generale della Fondazione Federico II, Patrizia Monterosso che insieme al suo staff e coadiuvata dalla presidenza e dalla mia segreteria, è stata capace di ridare nuova luce e nuova vita a questo Palazzo". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fino a due anni fa la piazza davanti a Palazzo dei Normanni era completamente al buio. Poi pian piano lo spazio si è aperto alla città, grazie ai lavori fatti all’interno del Palazzo e alla nuova illuminazione. Dall’altra parte della piazza, poi, la nuova sede della Fondazione Federico II, l’Oratorio di Sant’Elena e Costantino, ha fatto il resto. A giugno un altro tassello si aggiunergà al percorso di rinascita culturale dell'area. "Il 2020 - annuncia il presidente della Fondazione Federico II - sarà l'anno federiciano e per quella occasione immaginiamo una sorta di mostra itinerante che includa tutti i siti legati a Federico II. Un impegno che mi rende, particolarmente, orgoglioso e del quale si occuperà la Fondazione Federico II”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Tragedia per una mamma palermitana: bimbo di 10 anni muore incastrato in un cassonetto per indumenti

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

Torna su
PalermoToday è in caricamento